Canton Ticino | 14 novembre 2017

Incidente mortale in Ticino, resta in carcere l’automobilista 36enne

Il Giudice per i provvedimenti coercitivi ha accolto oggi la richiesta di carcerazione preventiva per l'uomo che ha provocato la sciagura 

In relazione all’incidente della circolazione avvenuto lo scorso venerdì a Sigirino e che ha avuto purtroppo un esito letale, con la morte di un 36enne italiano, da poco diventato padre, che viaggiava sul proprio scooter, il Ministero Pubblico e la Polizia cantonale comunicano che il Giudice per i provvedimenti coercitivi ha accolto oggi la richiesta di carcerazione preventiva, avanzata dal Procuratore Capo Nicola Respini, per l’uomo che ha provocato la sciagura.

La decisione avrà validità sino al 15 dicembre 2017.

Già il giorno successivo, dalle deposizioni dei testimoni, era emerso che questa persona circolava sull’autostrada a velocità sostenuta ed in modo scorretto, prima dell’incidente mortale. Alcune segnalazioni telefoniche in tal senso, infatti, erano giunte alla Centrale operativa della Polizia Cantonale e si stavano approntando le pattuglie per il rintraccio e il fermo dell’auto segnalata.

Dai primi esami dell’alcotest, inoltre, era pure emerso che il conducente 36enne dell’auto investitrice, aveva un tasso alcolico nel sangue superiore alla norma.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"