Lavena Ponte Tresa | 25 Ottobre 2017

Ok l’esito delle analisi: revocata l’ordinanza sulla bollitura dell’acqua a Lavena Ponte Tresa

Fulcro dell'inconveniente non un problema di natura strutturale, rende noto il primo cittadino, ma la contaminazione di una sorgente nella zona alta del paese

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

E’ stata revocata nella giornata di oggi l’ordinanza emessa da parte del comune di Lavena Ponte Tresa riguardante la bollitura preventiva dell’acqua erogata dall’acquedotto pubblico, prima di servirsene per il consumo umano.

Il sindaco Massimo Mastromarino ha richiamato la precedente ordinanza: è nuovamente possibile utilizzare l’acqua proveniente dall’acquedotto senza bollitura precauzionale. La comunicazione è giunta nella mattinata odierna a seguito dei risultati delle analisi pervenute dal Laboratorio di Angera, incaricato dal comune di Lavena Ponte Tresa di effettuare i controlli interni riguardanti la qualità delle acque destinate al consumo umano. L’ordinanza era stata emessa in data 17 ottobre, dopo che il laboratorio Analisi di Angera, aveva rilevato nei campioni inerenti le zone di Lavena e Piacco, la presenza di valori non conformi. L’ordinanza in via precauzionale era stata estesa a tutto il territorio comunale, ma la situazione dalla mattinata di oggi è tornata nella norma.

“L’inconveniente – spiega il sindaco Massimo Mastromarino – è stato causato non da un problema strutturale, ma dalla contaminazione di una sorgente nella zona alta del paese. Come già comunicato, se la semplice clorazione in ingresso ai bacini delle acque provenienti dalle sorgenti non è risultata efficace, abbiamo deciso di programmare ulteriori interventi di miglioramento del livello di protezione delle singole captazioni ( prese e ispezioni a tenuta, recinzioni, ecc), che verranno definite da apposita consulenza specialistica che individuerà gli interventi prioritari.
Rimane comunque evidente a tutti che il livello di sicurezza delle sorgenti superficiali resta comunque minore rispetto a quello dei pozzi in profondità, e che in questo momento non possiamo fare a meno delle sorgenti per soddisfare il fabbisogno idrico del paese”.

 

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127