6 Maggio 2017

Luino, Agostinelli: “Da sei mesi attendo ancora risposta per un’interrogazione”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

In alcune sedute di consiglio comunale passate a Luino, il consigliere Pietro Agostinelli ha denunciato alcuni problemi riscontrati nel ricevere risposte ed informazioni su segnalazioni ed interrogazioni effettuate. Così, negli scorsi giorni, il capogruppo MIN ha inviato un sollecito all’amministrazione per ricevere risposta ad un’interrogazione presentata nel mese di novembre, riguardante una sanzione della provincia di Varese al comune di Luino. Richiesta di informazioni da parte del capogruppo MIN anche su un’altra sanzione, quella dell’ATS dell’Insubria, inerente al CDD di Luino.

Luino, un consiglio nel segno di Agostinelli. Nelle cinque interrogazioni anche il tema sugli atti non consegnati dagli uffici

Luino, Agostinelli: “Da sei mesi attendo ancora risposta per un’interrogazione”. “Facendo seguito alla mia integrale corrispondenza, non per ultima alla nota Prot. n. 80760 del 22 marzo 2017, con la presente – si legge nel sollecito inviato dal capogruppo MIN – il sottoscritto consigliere comunale Pietro Agostinelli, nello svolgimento dell’attività istituzionale di controllo sulla spesa pubblica e sull’utilizzo di denaro pubblico, sempre nel rispetto della Legge e dei Regolamenti comunali vigenti, fa seguito alla propria precedente interrogazione consiliare, di cui al protocollo n. 26188 del 9 novembre 2016, presentata durante il Consiglio comunale svoltosi il giorno otto novembre 2016, per rinnovare alla cortese attenzione delle SS.LL. le richieste in oggetto poiché ad oggi, a distanza di sei mesi, al sottoscritto non è stata ancora fornita alcuna risposta senza che sia mai stata addotta alcuna motivazione. Si coglie l’occasione per evidenziare che, oltre alla risposta dell’interrogazione, vi è un’altra risposta riportata al punto 8 della stessa inerente il C.D.D. di Luino in merito alla sanzione pecuniaria irrogata dall’A.T.S. dell’Insubria di Varese”.

Le richieste da parte del consigliere Agostinelli. Agostinelli fa riferimento ad una ordinanza fatta dalla Provincia di Varese nei confronti del Comune di Luino per un’inosservanza ambientale in tema di scarico delle acque reflue, del valore di circa 6 mila euro, che ha presentato lo scorso 8 novembre durante una seduta del consiglio comunale. Alla base delle interrogazioni di Agostinelli ci sono domande inerenti agli interventi sanatori della complicazione ambientale e relative a soggetti che materialmente pagheranno questa penale. Pellicini aveva spiegato che l’ordinanza era stata fatta dalla Provincia, in merito ad alcuni scarichi che sono stati dismessi dal Comune tempo prima, con tanto di perizia tecnica in merito e che, proprio per questo, si stava affrontando l’iter amministrativo per spiegare la posizione di Luino. Il secondo punto dell’interrogazione, invece, vedeva il consigliere di minoranza porre alcune sul Centro Diurno Disabili di Luino, relative a violazioni amministrative (ndr, del 23 agosto 2016), inflitte al comune da parte dell’ATS Insubria di Varese. Agostinelli, allora, aveva chiesto “per quale motivo al sottoscritto in data 20 ottobre ancora non sono stati consegnati gli stessi documenti che invece sono stati consegnati alla consigliere Enrica Nogara, proprio sullo stesso argomento”. Agostinelli, infatti, ha affermato che dagli uffici comunali ha ricevuto sei pagine di documenti, mentre la Nogara ne ha ricevute otto. Mancherebbero le parti relative ai verbali.

Ad oggi Agostinelli non ha ancora avuto risposta alle interrogazioni.

Per ulteriori informazioni sul tema, leggere il resoconto del consiglio comunale dello scorso 8 novembre.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127