12 Aprile 2017

Dal sogno luinese a realtà affermata a Varese: “Barman at Work” tra divertimento e creatività

Tempo medio di lettura: 4 minuti

Forse in nessun luogo come dietro ad un bancone la passione può esercitarsi nella sua duplice naturale direzione: verso sé stessi e verso gli altri. L’uomo e la creatività, un rapporto che dura dall’antichità e che, con il passare del tempo, è in continua evoluzione. Ed è questa la storia di Luis e di “Barman at Work”, progetto al quale si è unito, poco dopo dalla nascita, anche Vincenzo. Da anni, ormai, questa attività lega l’estro delle mille combinazioni che la miscelazione consente, all’entusiasmo del vivere la notte con quelli che la amano.

Dal sogno luinese a realtà affermata a Varese: “Barman at Work” tra divertimento e creatività. Se chiediamo ai suoi creatori da dove è nata l’idea di “Barman at Work”, progetto ormai noto in tutta la provincia di Varese ed in quella di Milano, la risposta arriva all’unisono: “un sogno”. Sì, un sogno che si origina dal condividere la carnale passione per la creazione, che l’arte della miscelazione sa comprendere in tutte le molteplici sfaccettature, che fondendosi hanno dato vita a quel perfetto equilibrio che è “Barman at Work”. Una profonda amicizia, un’innata passione per il mondo della notte e tanto entusiasmo, ad unire questo team di professionisti affiatati che, giorno dopo giorno, collaborano con quella determinazione, diventata nel tempo, cifra stilistica di questa realtà. Così come prodotti di alta qualità, attrezzature, bicchieri speciali, tecniche d’avaguardia e grandi rivisitazioni del passato, per un cocktail che voglia essere qualitativamente perfetto non possono mancare neanche competenza, armonia e obiettivi. Sono questi gli ingredienti di cui Luis Armandi, Vincenzo De Marzo ed il loro team non possono fare a meno.

Una grande professionalità nel mondo del beverage. Anzitutto, i valori primari dello staff “Barman at Work” sono professionalità e responsabilità, che li portano a lavorare non solo nel mondo dei locali e della notte, ma anche in quello del beverage e della miscelazione. Una visione, quella di questa giovane azienda all’avanguardia, che vuole la notte e l’alcol come un aiuto perfetto per una vita equilibrata, purché vissuti in maniera misurata e divertente. Per la realizzazione di questo “universo” è fondamentale la preparazione e la formazione dei futuri barman e barlady, che siano capaci di fornire un servizio adeguato alla sempre più esigente clientela moderna, ma anche di rispondere alle richieste del mercato in continua evoluzione. Un team al passo con i frenetici tempi che il mondo dei locali impone, quindi, che sappia reinventarsi indirizzando, seguendo e aiutando i nuovi collaboratori a far emergere al meglio le loro potenzialità per il raggiungimento dei risultati desiderati.

Oggi “Barman at Work” ha una scuola in centro a Varese. La scuola, concepita e strutturata per offrire una preparazione completa e operativa, vuole formare sotto ogni aspetto tutti gli appassionati di beverage del terzo millennio, tra istruzioni, consigli e segreti: sono tanti ed eterogenei, infatti i corsi proposti tra Bartending Acrobatico, Bar manager e “Latte Art”. “Barman at Work”, però, non si esaurisce con la formazione. Questa realtà vitale e dinamica, anche grazie alla presenza di partner professionali, ha potuto portare avanti progetti importanti con l’utilizzo di strutture bar all’avanguardia e allestimenti sempre alla moda. Un esempio è il servizio di Bar Catering, una struttura organizzata per portare il bar ovunque sia richiesto: il team, infatti, è a completa disposizione per sopralluoghi, informazioni o chiarimenti, preventivi, idee per i party e consulenze, il tutto in maniera assolutamente gratuita e senza impegno, al fine di realizzare Wedding party, Team building, feste aziendali o privati, grandi eventi, concerti, manifestazioni di piazza e anche cerimonie. In questi casi, provvedono alla pianificazione dell’evento, studiando la struttura logistica bar e l’allestimento più idoneo alla situazione, selezionando la migliore fornitura beverage. Tutto questo per rendere unico e irripetibile il desiderio di ogni cliente.

“La mia storia comincia vent’anni fa dopo aver visto il mitico film ‘Cocktail’, con Tom Cruise – spiega Luis Armandi -. Da subito mi sono appassionato e ho capito che questo sarebbe stato il lavoro della mia vita. Ho fatto la valigia: prima tappa Milano per un breve corso di tre giorni, dove ho imparato le regole base della miscelazione. Da qui ho cominciato a girare il mondo, lavorando in grandi locali con colleghi e capi barman da cui ho appreso la vera arte di questo mestiere. Da sei anni vivo e lavoro sulle sponde del Lago Maggiore e da circa tre anni sono Capo Barman del Class Cafè di Lugano. Dopo aver raccolto il meglio delle esperienze passate, però, ho deciso di aprire una scuola di formazione per Barman, seguendo la mia visione di questo mestiere, che si unisce alle tecniche dell’american bartending. Successivamente la scuola di formazione è diventata anche una struttura che fornisce il servizio bar ovunque sia richiesto. Così è nata ‘Barman At Work’: oggi sono tante le persone che mi aiutano a portare avanti questa attività, ma su tutti devo ringraziare il mio socio, Vincenzo De Marzo”.

“Io ho 25 anni e vivo a Luino – spiega Vincenzo De Marzo -, ed ho iniziato a lavorare dietro un bancone sei anni fa in un piccolo locale del luinese. Ora, dopo varie esperienze lavorative, oltre ad essere proprietario e socio di ‘Barman at Work’, sono capo barman della discoteca Seven Lugano. Ho fatto il mio primo corso barman cinque anni fa proprio con Luis, e sin da subito mi sono detto che avrei voluto far diventare questa mia passione un lavoro. Dico sempre che il ‘mio’ Tom Cruise, invece, è stato Luis (ndr, dice sorridendo): oltre ad avermi insegnato il mestiere mi ha trasmesso tutti i segreti necessari per diventare professionali che, con umiltà, ho appreso e cerco quotidianamente di migliorare. Per questa ragione mi piace ascoltare e studiare le varie esperienze di colleghi e amici, per trarre poi le mie conclusioni su ciò che ritengo valido”.

I ringraziamenti al team. “Sono tante le persone che ci aiutano e che ci hanno aiutato a portare avanti l’attività. Non smetteremo mai di ringraziarli – concludono Luis e Vicenzo -, ma volevamo fare qualche nome: anzitutto, i nostri ex soci Andrea Montini, Marco Armandi e Claudio Van Dinter, a seguire i trainer Guido de Pasca, Paolo Bigi, Alessandro Dicorato, Nicholas Barile e tutti i vari ragazzi che continuano a sostenerci come Giorgia Mora, Lara Mollejo, Loris Barile, Alfonso Manzo, Manuel Fagan, Marco Brugaletta, Luca Petrolini, Dave VidaLoca, Lorenzo Serravalle, Ernesto Micillo, Francesco Messina, Pierpaolo Lombardo, Sara Scandola e tutti quelli che non hanno mai smesso di seguirci”.

Insomma, una grande famiglia, più che un azienda, che da una parte vuole formare i nuovi barman e barlady del futuro, e dall’altra mira ad essere sempre più professionale tra responsabilità innovazione, competenza e servizi da garantire ai propri clienti e, con grande entusiasmo, ampliare la propria reti di contatti in tutta la provincia di Varese e di Milano.

Per qualsiasi ulteriore informazione consultare il sito internet www.barmanatwork.com o la Pagina Facebook “Barman at Work“.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127