5 Aprile 2017

Da Lavena Ponte Tresa Mario Paonessa vola in Marocco. Venerdì al via la Marathon des Sables

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Avrà inizio venerdì 7 aprile la 32esima edizione della Marathon Des Sables e Mario Paonessa, maratoneta dell’Atletica Verbano di Lavena Ponte Tresa, si prepara a volare in Marocco per prendere parte alla competizione. Una sfida che toccherà i 250 km e che, divisa per tappe, conduce gli atleti a sfidare e a mettere alla prova sé stessi, il proprio corpo e la propria volontà. Un traguardo per il quale Mario si sta preparando con costanza ed immenso sacrificio dallo scorso settembre.

Da Lavena Ponte Tresa Mario Paonessa vola in Marocco. Venerdì al via la Marathon des Sables. “La corsa è la mia vita e vado avanti continuando ad alzare, giorno dopo giorno, l’asticella”, queste le parole di Mario Paonessa, l’atleta di Lavena Ponte Tresa che tra pochi giorni volerà in Marocco per  partecipare alla 32esima edizione della Marathon Des Sables, che avrà inizio a partire dal 7 aprile nella regione marocchina di Ouarzazate. Un’esperienza significativa che Mario si appresta ad affrontare per la seconda volta. La prima risale a due anni fa, che, però, ci racconta essere stata una sorta di iniziale sperimentazione, presa più nei termini di un’avventura personale, che come una competizione vera e propria. Oggi invece Mario si prepara ad affrontare la gara, una corsa podistica di circa 250 km suddivisa per tappe, con una consapevolezza, un impegno ed una caparbietà maggiori. La preparazione dell’atleta ha avuto inizio a settembre e lo ha visto mettersi alla prova su terreni delle più svariate tipologie e dalle caratteristiche sempre differenti, sia in piano che in salita. Un allenamento duro e costante che è arrivato a sfiorare i 2500 km. Fondamentale, poi, per una competizione che si svolge in situazioni ambientali così sfavorevoli, l’equipaggiamento e l’attrezzatura, che devono essere studiate in ogni minimo dettaglio. Gli atleti, infatti, devono avere con loro un equipaggiamento che li metta in una condizione di autosufficienza alimentare, mentre alla dose d’acqua giornaliera provvedono gli organizzatori. In particolare i litri concessi saranno circa sei e la richiesta di una quantitativo maggiore comporterà penalità per i partecipanti. Saranno poi gli organizzatori della Marathon Des Sables a provvedere all’allestimento del campo man mano che la competizione procederà. Ad attendere Mario, oltre ad un ingente sforzo fisico, anche condizioni climatiche estreme, che toccheranno punte di 40-45 gradi, rispetto alle quali è stato necessario un attento e minuzioso studio finalizzato alla scelta di nutrienti ed appositi integratori che possano garantire un apporto equilibrato di proteine e sali minerali. Il tutto contenuto in uno zaino che avrà, per scelta del corridore, un peso di circa 6 kg.

Mario Paonessa: “Le mie figlie, il pensiero che uno dopo l’altro accompagna i miei passi”. Un’esperienza intensa ed impegnativa, quindi, quella che si prepara ad affrontare Mario. Una passione per il deserto, quella dell’atleta che, trasmessagli da un amico, non lo ha mai più abbandonato. “Ogni luogo in cui si corre è capace di regalare emozioni e sensazioni diverse. L’ambiente del deserto è qualcosa di inspiegabilmente unico – spiega Mario -. Essere per alcuni tratti completamente da soli porta a spogliarsi d’ogni cosa e a restare soli con sé stessi, con le sensazioni che il proprio corpo emana, con i propri pensieri”.

E Mario i suoi pensieri ce li racconta. Quelli che lo accompagnano, quelli che passo dopo passo, respiro dopo respiro, corrono accanto a lui e che possono essere riassunti in due parole: Chiara e Ilaria. Questi i nomi delle sue due figlie, carburante senza il quale, ci spiega, non sarebbe in grado di fare nemmeno un passo. Sono trascorsi 25 anni dalla prima volta che Mario, scarpe da corsa ai piedi,  ha intrapreso questo percorso che è una componente indispensabile della sua vita, adrenalina senza la quale molta parte di essa perderebbe di senso. L’atleta sposta l’attenzione, poi, sul grande sostegno ricevuto sia dalla squadra dell’Atletica Verbano, di cui da 6 anni fa parte e che oggi considera come una grande famiglia adottiva, sia da amici e conoscenti che. insieme agli sponsor, hanno da subito creduto in lui dandogli fiducia e non facendo mai venir meno parole d’incoraggiamento. A condividere con lui la gioia e l’adrenalina delle competizioni, poi, la sua compagna: Cristina Gogna, per tutti Chicca, che attualmente si prepara ad affrontare le Olimpiadi in Turchia.

Oggi tra le speranze di Mario quella di riuscire a rientrare nella rosa dei primi 100 nella Marathon Des Sables. Chissà domani, dove e alla conquista di quali traguardi, questa immensa passione lo condurrà. Noi non possiamo che fargli i nostri più sinceri auguri.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127