EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
6 Marzo 2017

Luino: addio a Remo Passera, una vita vissuta per la libertà. Mercoledì i funerali

Tempo medio di lettura: 3 minuti

E’ con grande dolore che annunciamo la scomparsa di Remo Passera, spirato nel tardo pomeriggio di ieri a Luino. Prima partigiano, socio fondatore dell’ANPI, Commendatore della Repubblica, è ricordato da tutta la comunità della nostra zona per il suo grande insegnamento: la libertà. Cordoglio da parte dei sindaci e degli amministratori. Mercoledì i funerali alle ore 16.15 presso la Canonica di Brezzo di Bedero.

Foto © Marina Perozzi

Luino: addio a Remo Passera, una vita vissuta per la libertà. Mercoledì i funerali. E’ una notizia triste quella che ha colpito tutto il territorio del luinese: la scomparsa di Remo Passera, l’86enne presidente ANPI Luino, figura di grande rilevanza storico-culturale, che ci ha lasciato dopo un ricovero di qualche giorno presso il nosocomio luinese. Un addio molto doloroso per tutte quelle persone che conoscevano l’uomo Remo, la sua umiltà e tutti i suoi valori. Tanti i messaggi di cordoglio pubblicati in queste ore, dal sindaco Passera e Fazio, al consigliere provinciale Paolo Bertocchi, per arrivare al Pd di Luino e alla deputata piddina Maria Chiara Gadda. Una persona voluta bene e rispettata da tutti, che si è spesa tanto per il prossimo e per la libertà, prima combattendo al fianco dei partigiani e tra i primi fondatori dell’ANPI.

Le parole di un suo caro amico, Lino Bernasconi. “Remo era uno di noi! Conosciutissimo per il suo lavoro di tassista, che ha svolto per un’intera vita, per anni è stato anche Presidente della Pro Loco di Brezzo di Bedero. Impegnato in attività sociali al servizio del territorio, era stato insignito del titolo di Cavaliere e di Commendatore della Repubblica dal Capo dello Stato. Ma nel suo cuore, le cariche alle quali teneva maggiormente, erano quella di Presidente sezione luinese dell’Associazione Nazionale Partigiani e membro del Direttivo Provinciale ANPI. Fin da giovanissimo aveva affiancato l’attività partigiana come staffetta: la sua minore età lo facilitava per sfuggire ai pesanti controlli da parte dei tedeschi e dei fascisti locali. Da tempo soffriva degli acciacchi dell’età avanzata, 86 anni portati comunque con grande grinta, aggravati da alcune fastidiose patologie, ma, combattente com’era, è rimasto lucido e vigile fino all’ultimo, tanto da organizzare anche l’assemblea annuale degli iscritti luinesi dell’ANPI, tenutasi proprio sabato 4 marzo, poco prima di andarsene per sempre. Ora, caro Remo, numerosissimi amici ti attendono lassù, dove regnano Pace e Giustizia e, soprattutto, quella Libertà per la quale hai sempre lottato. Noi della Redazione del Varesotto, che tante volte abbiamo affiancato e sostenuto le tue nobili iniziative, ti ringraziamo per il tuo luminoso esempio, che ci guiderà sempre. Siamo particolarmente vicini alla tua cara Elda e a tua figlia Erminia, mentre tu sarai sempre con noi, nei nostri cuori”.

Il cordoglio del Pd di Luino. “Il Partito Democratico esprime sentite condoglianze per la scomparsa di Remo Passera, il presidente dell’ANPI di Luino. Remo Passera è stata una personalità molto importante per la nostra comunità, in particolare per la sua testimonianza dei valori della lotta partigiana contro le barbarie del nazifascismo. Una lezione indimenticabile per chi ha a cuore la libertà e la democrazia, valori per cui Remo Passera si è speso per tutta la sua vita, prima durante la Resistenza e poi in un impegno costante e generoso per il bene comune. La comunità democratica di Luino ha perso una delle sue figure più valide, ma siamo grati a Remo Passera per la testimonianza che ci ha trasmesso. Ringraziamo Remo per il limpido esempio di vita che ci ha fornito in questi anni, e ci uniamo al cordoglio della sua famiglia, di ANPI, e di tutti coloro che l’hanno conosciuto e apprezzato per le sue grandi qualità umane”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127