8 Ottobre 2016

Milano, 250mila persone soffrono di disturbi psichici. Parte “Attaccati al tram della salute mentale”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Cresce a Milano il “mal di città”. Secondo i dati di prevalenza europei, sotto la Madonnina si stimano circa 250 mila persone che soffrono di disturbi psichici clinicamente rilevabili: dalla depressione (90 mila casi attesi) all’ansia e agli attacchi di panico (130 mila); dai disturbi bipolari (25 mila) alle psicosi schizofreniche (10 mila), senza contare il fitto sottobosco di disturbi del sonno, da uso di droghe e abuso di alcol.

depressione-disturbi psichici

Un disagio spesso difficile da intercettare: “A tutt’oggi solo un terzo dei pazienti arriva a ricevere una diagnosi e una terapia”, spiega all’AdnKronos Salute Claudio Mencacci, presidente della Società italiana di psichiatria (Sip), annunciando il calendario di iniziative in agenda per la Giornata mondiale della salute mentale che si celebra lunedì 10 ottobre. Fra le altre il tradizionale tour di sensibilizzazione a bordo di un tram dell’Atm.

Parte l’iniziativa “Attaccati al tram della salute mentale”. Nella Milano che corre, prevenzione e dialogo si spostano ‘dal lettino al predellino’. Il Dipartimento della di Salute mentale dell’Asst Fatebenefratelli Sacco, diretto da Mencacci, organizza insieme ad Affetti effetti dell’arte e ArtUp la settima edizione di ‘Attaccati al tram della salute mentale’, in convenzione con la Direzione centrale Politiche sociali e Cultura della salute del Comune. Su un tram affittato dall’Azienda trasporti milanese, camici bianchi, operatori e volontari cercheranno di informare i cittadini sui problemi di salute mentale, i servizi in grado di intercettarli e le attività di assistenza nel capoluogo lombardo. Il viaggio è gratuito, comincerà intorno alle 14 per proseguire fino alle 18. Orari e percorso sono in via di definizione, ma l’ipotesi è di partire da piazzale Segesta in zona San Siro, per poi dirigersi verso il centro e dopo varie fermate terminare la corsa in via Mazzini vicino al Duomo. Seguirà un incontro aperto presso l’Informagiovani del Comune in via Dogana 2.

Anche quest’anno a bordo del tram sarà installata la postazione radiofonica web di Shareradio, per una diretta dell’evento condotta da Shareradio e dal gruppo Rari&20. Chi lo vorrà potrà approfittare per visite guidate al Museo del 900, mentre in vettura sono previste attività di intrattenimento all’insegna dell’arte e della cultura. Verrà proposto anche un gioco e i partecipanti riceveranno in regalo una maglietta con lo slogan dell’iniziativa: “Sono degno di me. Se capita di star male… non me ne devo vergognare”.

Punta a combattere lo stigma con l’arma della conoscenza anche un’altra iniziativa organizzata a Milano alla vigilia della Giornata della salute mentale 2016. Una ‘Biblioteca vivente’ di ‘Storie pronte per essere raccontate a chi voglia ascoltarle’, in programma domani 9 ottobre nelle Gallerie d’Italia in piazza della Scala. Dalle 14.30 alle 18.30, all’interno delle sale che ospitano la mostra ‘Slovenská New Generation’, saranno a disposizione del pubblico una ventina di ‘libri viventi’: esperienze di vita vissuta, da capire per non ritrovarsi mai più a pensare che “i pazzi sono pericolosi, sono tutti violenti, fanno paura, non ci si può parlare. Pregiudizi che traggono la forza dalla non conoscenza dell’altro, dalla mancanza di occasioni d’incontro”, precisano gli organizzatori dell’evento. L’ingresso è libero e gratuito, ogni lettura/incontro dura 30 minuti.

“Quest’anno la Giornata del 10 ottobre è dedicata alla lotta contro lo stigma e i pregiudizi, alla dignità come diritto non negoziabile”, commenta Mencacci. “I disturbi psichici – ricorda il numero uno degli psichiatri italiani – sono una delle 5 patologie non trasmissibili più comuni insieme ai tumori, alle malattie cardiocerebrovascolari, al diabete e alla broncopneumopatia cronica ostruttiva Bpco. Si calcola che nel nostro Paese le persone colpite siano cresciute di oltre 1 milione negli ultimi anni, con un carico sanitario e sociale sempre più importante”. Anche per questo “non possiamo più accettare che il disagio non venga ancora affrontato con libertà e con la consapevolezza che ci arriva dalla scienza: tutti i disturbi sono curabili e molti sono guaribili”, assicura l’esperto.

A fronte di numeri in crescita, rileva Mencacci, “si riducono i servizi per la salute mentale a causa delle restrizione al turnover del personale e della riduzione delle risorse disponibili. La salute mentale è un bene esigibile individuale e collettivo, è una condizione imprescindibile per lo sviluppo economico e sociale del nostro Paese”, avverte il presidente della Sip che lancia un appello: “E’ indispensabile che le istituzioni regionali e nazionali si impegnino e si responsabilizzino”. “La scomparsa di questo tema dall’agenda politica – ammonisce lo specialista – non contribuisce certo a potenziare gli investimenti per garantire in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale il diritto alla cura e all’inclusione sociale delle persone con disturbi psichiatrici. Si avverte sempre più la necessità – conclude Mencacci – di un nuovo Progetto obiettivo nazionale per la salute mentale, e dell’avvio di campagne di sensibilizzazione e di lotta contro lo stigma, in particolare per combattere la depressione”. (ADNKRONOS)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127