17 Agosto 2016

“Luino Yoga”: domani dalle 18.30 in Piazza Chirola alla scoperta del proprio corpo e della mente

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Tornano in piazza Chirola gli appuntamenti con “Luino Yoga”, domani pomeriggio a partire dalle 18.30, quando il maestro Micheal Steinroetter. Ecco il programma della lezione, che mira a riscoprire il proprio corpo fisico e la natura della propria mente.

"Luino Yoga": giovedì dalle 18.30 in Piazza Chirola alla scoperta del proprio corpo e della mente

“Luino Yoga”: domani dalle 18.30 in Piazza Chirola alla scoperta del proprio corpo e della mente. Il maestro Michael Steinroetter, dell’Associazione “LuinoYoga”, terrà un incontro in Piazza Chirola a Luino  domani, giovedì 18 agosto, alle ore 18.30. I prerequisiti per partecipare alla lezione di Yoga sono minimi: abiti comodi, stomaco vuoto, essere scalzi, un tappettino e il desiderio di riscoprire il proprio corpo fisico e la natura della propria mente, come afferma lo stesso Michael Steinroetter che insegna Yoga dopo aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento Yoga Alliance 500 con Silvia Romani e Max Gandossi e aver approfondito gli studi con Shana Meyerson, Kristina Karitinou, Carlos Fiel, Gabriele Severini e Ramesh Sheety.

“lo yoga è una via per rallentare i movimenti della mente che procurano irrequietezza, paura ed ansia – spiega il maestro Michael Steinroetter, dell’Associazione ‘Luino Yoga’ -. Il tutto tramite un sentiero che nel nostro mondo occidentale viene spesso identificato, anche se in maniera riduttiva, con gli asana, ossia le posture corporee. Tutti abbiamo visto persone che si esercitano in posizioni alquanto scomode e quasi circensi e spesso pensiamo di non essere mai capaci di fare una cosa simile. Invece lo Yoga è accessibile a tutti, lo Yoga non è competizione, non ci sono Yogi o Yogini bravi o meno bravi. Gli asana servono a ristabilire il contatto fra corpo e mente, sentirsi presenti nel corpo al momento della pratica focalizzando l’attenzione sul respiro, elemento fondamentale della pratica. Anche quando pensiamo di essere rilassati – afferma – la nostra mente produce un’infinità di pensieri, dai ricordi più recenti fino alle cose che dobbiamo ancora compiere nelle prossime giornate. E’ un po’ come uno zapping con più televisori nella stessa sala, saltiamo da un pensiero all’altro senza riuscire ad afferrare la sostanza della nostra mente che è la sua chiarezza e luminosità. Il Buddha, Patanjali ed altri eruditi indiani del suo tempo avevano individuato nella mente afflitta una delle principali cause del disagio dell’uomo, della sofferenza che pervade tutta l’esistenza. Sofferenza che deriva dalla distanza sempre elevata fra il mondo percepito e il mondo reale. Ed è proprio qui che lo Yoga può aiutare: ravvicinarsi alla realtà”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127