EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
16 Agosto 2016

Stop alle telefonate “moleste”, arriva la proposta di legge contro il telemarketing selvaggio

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Stop al telemarketing selvaggio caratterizzato da telefonate ad ogni ora del giorno, invasive, indesiderate e moleste che hanno raggiunto ormai i contorni di un vero e proprio”stalking telefonico”. A prevederlo sono due proposte di legge presentate nei giorni scorsi in Parlamento. La prima, firmata dai deputati di Sinistra Italiana, mira a contrastare i fenomeni di abuso e intrusione della privacy del cittadino, la seconda, più nello specifico, ad istituire un registro ad hoc per tutelare anche gli utenti della telefonia mobile.

(radiotour.fm)

(radiotour.fm)

Stop alle telefonate “moleste”, arriva la proposta di legge contro il telemarketing selvaggio. I deputati di Sinistra Italiana, primo firmatario Stefano Quaranta, hanno presentato una proposta di legge “per contrastare i fenomeni di abuso e intrusione della privacy del cittadino all’interno delle attività di telemarketing ovvero nel contatto, mediante l’uso del telefono e con l’ausilio di un operatore, tra l’azienda e la sua clientela, ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o di ricerche di mercato o di comunicazione promozionale”. Spiegano i parlamentari di Si: “Negli ultimi anni si è registrato un notevole aumento del cosiddetto telemarketing selvaggio, ovvero l’utilizzo sempre più frequente di pratiche commerciali scorrette e invasive nei confronti dei consumatori che si vedono costantemente vessati da telefonate indesiderate. Il Registro delle Opposizioni utilizzato negli ultimi anni si è dimostrato nei fatti depotenziato”.

Il registro delle opposizioni. Il registro pubblico delle opposizioni è stato istituito nel 2011 e posto sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico. Il funzionamento è il seguente: di regola, se l’utenza telefonica è pubblicata negli appositi elenchi, l’intestatario può chiederne al proprio gestore telefonico la rimozione, rendendola così riservata e non più visibile. In alternativa, l’intestatario può iscriversi al Registro pubblico delle Opposizioni, lasciando così l’utenza negli elenchi ma rendendola inutilizzabile per fini promozionali. Attraverso l’iscrizione gratuita al registro, in sostanza, gli intestatari di un’utenza, fissa o mobile, privata o aziendale, presente sugli elenchi telefonici, esercitano il proprio diritto ad opporsi al trattamento dei dati personali a fini pubblicitari secondo quanto previsto dal Codice della Privacy. Nell’ipotesi in cui ciò non avvenga, l’intestatario iscritto al registro che riceve chiamate promozionali può presentare una segnalazione al Garante della Privacy, il quale potrà avviare un’istruttoria comminando, una volta accertata la violazione, le sanzioni previste. Purtroppo, però, il limite del registro è che nello stesso può iscriversi solo l’intestatario di un’utenza pubblicata negli elenchi telefonici.

Fonte: Addio al telemarketing selvaggio: ecco le proposte di legge (StudioCataldi.it)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127