EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
5 Luglio 2016

La rinascita della comunità di Maccagno Inferiore riprende vita grazie all’arte?

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Un’iniziativa che sarebbe dovuta durare solo un weekend è quella dell’artista Savi Arbola e dell’associazione milanese “Il Ponte degli Artisti”, che ha l’ambizioso progetto di ridare vita alla comunità di Maccagno Inferiore. “Porte dipinte per Borgo – Camminando nell’Arte”, infatti, si propone l’idea di rivitalizzare alcuni degli angoli più belli dei viottoli che si dipanano attorno a via Della Bella e via Mameli. Lo farà tramite il lavoro dell’associazione che già nello scorso fine settimana ha dipinto una decine di porte e finestre e che avrà come obiettivo quello di rendere le vecchie cantine presenti, abbandonate da anni, veri centri artistico-artigianali. Dopo poche ore, tanti i cittadini hanno espresso la loro disponibilità a concedere non solo porte e finestre da dipingere, ma anche spazi per tornare agli albori di un tempo.

La rinascita della comunità di Maccagno Inferiore riprende vita grazie all’arte? Con la nascita dei grandi supermercati e dei grandi centri commerciali, le piccole attività artigianali di paese, come quelle presenti nel borgo di Maccagno con Pino e Veddasca, hanno prima avuto vita difficile, e dopo, con il passare degli anni, si sono spente definitivamente. Proprio per questa ragione, per rianimare tutta la comunità presente a Maccagno Inferiore, che ha visto anche un graduale abbandono delle case da parte dei residenti, l’amministrazione comunale ha accolto positivamente la proposta dell’artista Savi Arbola e dell’associazione milanese “Il Ponte degli Artisti”. Ma di cosa si tratta?

Il progetto “Porte dipinte per Borgo – Camminando nell’Arte”. Molti esercizi commerciali di Maccagno Inferiore, negli anni, hanno dovuto cessare la loro attività e allo stesso tempo si è verificato anche uno spopolamento del borgo. Proprio in questo contesto si inserisce la proposta di Savi Arbola e dell’associazione milanese “Il Ponte degli Artisti”, “Porte dipinte per Borgo – Camminando nell’Arte”. Lo scorso weekend, infatti, grazie al placet dell’amministrazione comunale e alla disponibilità di qualche residente, l’associazione ha iniziato a dipingere porte e finestre per rinvigorire artisticamente le stradine. L’obiettivo di abbellire il borgo, però, seppur lodevole, non mira solo ad una valorizzazione artistico-estetica, ma anche ad un coinvolgimento degli abitanti che, nel caso in cui volessero, potranno mettere a disposizione le loro cantine affinchè si creino degli spazi da dedicare ad artisti, artigiani, falegnami e pittori, per tornare a far vivere uno dei tanti bei borghi di tutto l’alto Verbano. I cittadini della zona, tutto l’anno, e i turisti italiani e stranieri che arriveranno sul territorio avranno la possibilità di toccare con mano una realtà innovativa-vintage che sta nascendo in un periodo in cui smartphone e tecnologia la fanno da padroni.

“E’ bastato vedere i primi risultati e le disponibilità ad accogliere una porta dipinta nelle proprie case è diventata immediatamente contagiosa tra i proprietari – scrive su Facebook il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera -. Infatti l’iniziativa proseguirà nelle prossime settimane. Una cosa è certa. Il centro storico della ‘Maccagno imperiale’ ha avuto un sussulto. E siamo solo all’inizio. L’idea è quella di far rinascere quelle cantine che da oggi si celano dietro a colorati affreschi. Diventeranno, un giorno, ma noi speriamo prestissimo, botteghe che accoglieranno artigiani e artisti delle più svariate attività. Andate a visitarle e capirete. Ci sono cose che non succedono per decenni. E poi, all’improvviso, accadono in un magico pomeriggio di luglio…”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127