30 Giugno 2016

Luino e alcol: giro di vite sulla vendita di bottiglie e bicchieri in vetro. Ecco i divieti e le sanzioni previste

Tempo medio di lettura: 4 minuti

Il Comune di Luino il 30 giugno ha pubblicato un’ordinanza per vietare temporaneamente, tra il 2 luglio ed il 28 agosto, dalle 21 di ciascun giorno alle 7 della mattina successiva, la somministrazione e vendita al pubblico di ogni genere di bottiglie e bicchieri di vetro. L’intento dell’amministrazione e del sindaco è quello di evitare non solo possibili danni alle cose, ma anche azioni che possano prevenire pericoli per la pubblica incolumità. “Questo – si legge nell’atto comunale – deriva dalla necessità di contrastare i comportamenti prevaricanti ed aggressivi determinati solitamente dall’abuso dell’assunzione di bevande alcoliche che sono fonte di segnalazioni da parte delle Forze di Polizia”.

bottiglia vetro

Luino e alcol: giro di vite sulla vendita di bottiglie e bicchieri in vetro. Ecco l’ordinanza del sindaco e i divieti. A partire dal 2 luglio e fino il 28 agosto, dalle 21 alle 7 di mattina, i bar ed i ristoranti di Luino non potranno somministrare bevande e vendere bottiglie e bicchieri di vetro. L’ordinanza è stata emanata stamane dal Comune di Luino e interessa tutto il territorio. I tanti eventi in programma nel corso del periodo estivo, di carattere culturale e sociale, accrescono considerevolmente il numero di turisti e dei cittadini della zona in centro e, per questa ragione, ma anche a causa delle segnalazioni delle forze dell’ordine, il Comune ha adottato alcuni divieti per garantire sicurezza nelle strade e nelle piazze del paese. In estate, inoltre, si registra un notevole incremento di bottiglie e bicchieri di vetro abbandonati al di fuori degli appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti, soprattutto nelle ore notturne, venendo a creare, in caso di rottura, un pericolo per l’incolumità dei pedoni e del patrimonio pubblico e privato.

Il ruolo dell’amministrazione comunale ed il lavoro delle forze dell’ordine. “L’Amministrazione Comunale – si legge nella delibera – è da sempre impegnata nelle campagne a favore dell’ambiente e nella tutela dell’immagine, del decoro e della pulizia della città assicurando una fruizione del territorio, consapevole e decorosa. Il clima festoso creato dai tanti giovani, che affollano le strade e le piazze del centro della città, può far registrare episodi di euforia collettiva con il conseguente possibile danno di cose e persone, attraverso l’utilizzo di oggetti contundenti, come bottiglie e bicchieri di vetro”. Allo stesso tempo “l’aggregazione delle persone ha un valore fortemente positivo e tale valore, sulla base dei riscontri acquisiti dalle Forze di Polizia e dalle numerose segnalazioni formulate dai cittadini, risulta spesso compromesso dal fenomeno dell’abuso di alcolici e dall’utilizzo di bevande contenute in contenitori in lattine, bottiglie e bicchieri di vetro. Quasi sempre l’abuso di alcol è causa di episodi di inciviltà e di disturbo che determina anche gravi situazioni di degrado urbano e di allarmante pericolo per la sicurezza degli altri fruitori dei luoghi pubblici; i comportamenti sino ad ora esposti, che spesso sfociano in atteggiamenti e condotte violente e prevaricanti, rendono evidente la necessità di coordinare interventi quotidiani di sensibilizzazione all’utilizzo appropriato degli spazi pubblici, reprimendo comportamenti illeciti e prevaricanti legati, nella maggior parte dei casi, all’abuso di sostante alcoliche in un arco temporale tendenzialmente circoscritto; i fenomeni descritti interessano l’intera città ma in maniera più marcata la zona del territorio comunale compresa tra il lungolago, il centro storico e le vie del centro cittadino; l’abbandono di contenitori di bevande si verifica soprattutto nel tardo pomeriggio e nelle ore notturne e che detti contenitori sono sempre più spesso volontariamente frantumati e lasciati sparsi sulla pubblica via, nelle aiuole, nei giardini e sulle spiagge, diventando così pericolosi per la pubblica incolumità e per la sicurezza della circolazione veicolare; per tale situazione le Forze di Polizia hanno sino ad ora organizzato interventi di controllo nell’intento di prevenire, contrastare e reprimere fenomeni di disturbo alla convivenza ed alla sicurezza urbana, che spesso si manifestano con risse ed altri comportamenti talvolta penalmente rilevanti”.

I divieti messi in essere da parte dell’ordinanza. Tra il 2 luglio ed il 28 agosto, così, su tutto il territorio comunale, dalle ore 21 di ciascun giorno fino alle ore 7  del giorno successivo:
– è vietato il consumo, la vendita e la somministrazione per asporto di bevande di ogni genere in bottiglie e bicchieri di vetro da parte delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, autorizzate anche in forma temporanea, da parte delle attività artigianali autorizzate alla vendita di bevande ed in genere da parte di tutte le forme di commercio che consentono la somministrazione di bevande in vetro anche dove dispensate attraverso distributori automatici (quali bar, ristoranti, esercizi titolari di licenze di P.S., titolari di autorizzazioni di vendita al minuto di generi alimentari con somministrazione, commercio ambulante,ecc);
– è vietato portare con se’, consumare e/o abbandonare in luogo pubblico bevande di qualsiasi genere contenute in bottiglie di vetro, in lattine o comunque in contenitori realizzati con il medesimo materiale;
– gli esercizi abilitati alla ristorazione potranno somministrare bevande alcoliche esclusivamente ai propri avventori, durante la consumazione dei pasti serviti ai tavoli, pur permanendo il divieto assoluto di vendita per asporto nei modi e nei termini temporali di cui sopra;
– è ugualmente vietato a chiunque introdurre, nell’area delle manifestazioni, bevande soggette ai divieti sopra esplicitati, sia per uso personale che con l’intento di distribuirle agli spettatori, anche se a titolo gratuito;
– è consentita la somministrazione ed il consumo delle bevande in vetro solo all’interno dei locali e nelle aree private di loro pertinenza;
– ai commercianti al dettaglio, anche se svolgono l’attività di vendita mediante distributori automatici, agli esercenti la somministrazione di alimenti e bevande ivi compresa quella svolta nei circoli privati, di provvedere alla rimozione dei rifiuti abbandonati onde evitare l’accumulo ed alla totale pulizia delle aree pulizia delle aree esterne ai rispettivi locali di cui abbiano la disponibilità in forza di titolo idoneo nonché in quelle adiacenti i locali medesimi;
– ai commercianti di cui sopra l’esposizione al pubblico della presente ordinanza sia all’interno che all’esterno dei locali;
– resta ferma, per le attività autorizzate, la facoltà di vendere per asporto le bevande in contenitori di plastica e nelle lattine.

Le sanzioni amministrative vanno dai 100 ai 500 euro. Le trasgressioni all’ordinanza saranno punite con la sanzione amministrativa d’importo variabile da € 100,00 ad € 500,00. In caso di reiterazione per inosservanza ai dispositivi della presente ordinanza, la sanzione corrispondente, è raddoppiata. Contro il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) LOMBARDIA, entro 60 giorni dalla data della pubblicazione del presente atto all’Albo pretorio di questo Comune.

Per consultare integralmente l’ordinanza cliccare qui.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127