15 Febbraio 2016

Continua l’attività del Comitato a sostegno dell’Ospedale di Luino: “La nostra una testimonianza di civismo”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Anche durante la giornata di San Valentino, ieri domenica 14 febbraio, è continuata l’attività del Comitato a sostegno dell’Ospedale di Luino.I gazebi erano presenti a Voldomino ed Armio, mentre mercoledì sera gli attivisti si sono incontrati con l’amministrazione di Maccagno con Pino e Veddasca. Ecco il comunicato stampa firmato da una delle portavoce del Comitato, Patrizia Martino.

Il gazebo del Comitato a sostegno dell'Ospedale di Luino lo scorso 31 gennaio in piazza Garibaldi

Il gazebo del Comitato a sostegno dell’Ospedale di Luino lo scorso 31 gennaio in piazza Garibaldi

Continua l’attività del Comitato a sostegno dell’Ospedale di Luino: “La nostra una testimonianza di civismo”. “Festa di S. Valentino, la giornata dedicata a chi si ama. Gli amici del comitato Ospedale quest’anno hanno voluto festeggiare la festa di S. Valentino in un modo diverso dal solito, forse un po’ inusuale ma sicuramente che fa onore al contenuto della festa – si legge nel comunicato stampa firmato da una delle portavoce del Comitato, Patrizia Martino -. Abbiamo voluto manifestare il nostro amore anche al di fuori dalle mura domestiche, per testimoniare la nostra voglia di occuparci dei problemi del quotidiano, e tra questi vi è il grosso problema dell’Ospedale di Luino. Così non siamo rimasti a casa, ma abbiamo mantenuto i nostri appuntamenti, malgrado le condizioni atmosferiche.

Le persone che ci hanno trovato fuori dalle chiese di Voldomino e di Armio, hanno riscaldato i nostri cuori.

Nell’incontro avuto lo scorso mercoledì sera, 10 febbraio, con il sindaco di Maccagno Fabio Passera e la giunta comunale, ci siamo confrontati sulla necessità di continuare il lavoro intrapreso con il dovuto impegno, da entrambe le parti. Il sindaco e gli assessori hanno fatto presente il loro impegno nella tutela del cittadino di Maccagno e della Valle. Infatti è stato sottolineato che come amministratori vogliono essere la voce di chi abita il territorio, in modo che i cittadini non si sentano soli e sappiano che l’Amministrazione opererà per sostenere il loro diritto ad avere una struttura ospedaliera funzionante e vicina.

Abbiamo ribadito, nell’incontro, che noi non abbiamo la ricetta in tasca, anche perché non siamo gli addetti ai lavori, né gestiamo ‘i cordoni della borsa’. Noi chiediamo di sapere se vi è la consapevolezza della situazione e se c’è un piano d’intervento che possa garantire l’assistenza sul territorio, in modo particolare riferita alle urgenze. Riteniamo infatti che il cittadino ha diritto di sapere e di avere un’assistenza adeguata, perché se non detiene i cordoni della borsa, nella borsa i soldi sono proprio quelli del cittadino!

Abbiamo scelto di operare in modo capillare, andando di paese in paese per conoscere bene le realtà del territorio. A noi interessa la gente, quella in carne ed ossa. Abbiamo scelto di incontrare le persone al gazebo e gli amministratori dei paesi.

Il calendario è lungo, anche perché siamo volontari: c’è chi deve andare a lavorare, ci sono gli impegni di famiglia, si può solo mettere a disposizione il proprio tempo libero e tanta volontà.

Siamo convinti che la nostra è innanzitutto una testimonianza di civismo, quello a cui tutti siamo chiamati come cittadini. Non importa se qualcuno magari trova il tempo per scrivere cose sciocche e inesatte. Sappiamo che c’è interesse per l’argomento, noi facciamo il possibile. Non chiediamo applausi, non abbiamo interessi ‘politici’. E per concludere restando nel tema della salute, la migliore medicina per una convivenza sana è innanzitutto il rispetto reciproco. Fa molto bene, soprattutto a chi ce l’ha”.

Si chiude così il comunicato stampa firmato da una delle portavoce del Comitato a sostegno dell’Ospedale di Luino, Patrizia Martino.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127