26 Gennaio 2016

Furti alle Scuole Medie di Luino, Pellicini: “Stanziati fondi per migliorare la video-sorveglianza”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

In alcuni mesi quattro i furti all’interno dell’Istituto Comprensivo “B. Luini” di Luino. A darne l’allarme ieri alcuni genitori tra la preoccupazione dei docenti e le indagini in corso dei Carabinieri. In totale sono state distrutte alcune macchinette del caffè e rubati pc portatili, computer fissi, proiettori, una videocamera e lavagne multimediali. In passato è stata scassinata anche la cassaforte all’interno dell’ufficio della preside, la professoressa Raffaella Menditto. L’ultimo furto è avvenuto nello scorso weekend.

Una foto dell'Istituto Comprensivo "B. Luini" (google.com)

Una foto dell’Istituto Comprensivo “B. Luini” (google.com)

Diversi furti alle Scuole Medie di Luino. La serie di furti subiti in pochi mesi dall’Istituto Comprensivo “B. Luini” di Luino ha suscitato clamore da parte del personale della scuola e dei genitori, anche sui social network. Ieri mattina la scoperta dell’ultimo colpo da parte di ignoti, ladri o vandali che siano, probabilmente avvenuto nello scorso weekend: sono stati sottratti dalla struttura scolastica quattro proiettori, divelti dal muro (ndr, uno è rimasto attaccato perchè avvitato), due computer fissi collegati ad altrettante lavagne multimediali, una coppia di casse e, infine, dall’aula di sostegno, anche due pc portatili ed una stampante.

L’altro furto, in ordine cronologico, è stato scoperto al rientro dalle festività natalizie: durante le vacanze, infatti, sempre ignoti si sono introdotti all’interno della scuola e hanno sottratto 11 computer, un proiettore e una videocamera. Alcuni di questi sono stati recuperati, ma ancora una volta nei giorni successivi qualcuno è entrato, distruggendo un’altra macchinetta. Negli scorsi mesi, inoltre, si è verificato un altro colpo quando ignoti dopo essersi introdotti nei corridoi della scuola avevano prima distrutto due macchinette del caffè e poi scassinato la porta dell’ufficio della preside e la cassaforte al suo interno.

Le indagini dei Carabinieri. Dopo la denuncia da parte di preside e docenti sui diversi furti subiti all’interno della scuola, i Carabinieri di Luino stanno indagando a 360°. Che siano casi singoli e separati o collegabili tra loro, non si conoscono ancora le dinamiche che hanno causato i colpi, né i modi o le intenzioni di chi li ha compiuti. Ad essere stati presi di mira, però, anche l’Accademia Musicale e il Centro di Aggregazione Giovanile, situati vicino alla scuola.

Le parole del sindaco di Luino, Andrea Pellicini. “Questa mattina insieme ai tecnici comunali ho incontrato la preside Raffaella Menditto – spiega il sindaco di Luino, Andrea Pellicini -. Abbiamo apportato soluzione tecniche e attivato procedure per contrastare queste intrusioni furtive. Inoltre, abbiamo avviato anche tutti i procedimenti assicurativi per ottenere il risarcimento dei danni per quanto subito. Sappiamo benissimo che ci sono delle indagini in corso da parte dei Carabinieri e aspetteremo con massima fiducia l’esito del loro lavoro. Questi fatti rafforzano ulteriormente la nostra volontà di migliorare e di ammodernare tutto il sistema di video-sorveglianza sul territorio, per il quale abbiamo già stanziato 150mila euro all’interno del programma delle opere pubbliche del 2016”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127