7 Gennaio 2016

Castronno esce nell’ultimo quarto, la Pallacanestro Verbano Luino si arrende: finisce 61-75

Tempo medio di lettura: 4 minuti

Dura oltre 36 minuti l’ottima prova dei ragazzi di coach Colombo che ieri pomeriggio, a Luino, sono usciti sconfitti nella partita contro la Pallacanestro Castronno. In un PalaBetulle gremito la Pallacanestro Verbano Luino ha giocato punto a punto contro i favoriti dal pronostico fino all’ultimo quarto che, in soli cinque minuti, hanno superato la PVL e chiuso la partita sul 61-75. Sugli scudi tra i luinesi Vitella, per intensità e forza fisica sotto canestro, e Pehar, autore di 14 punti e di una gara di livello. Per la zona salvezza vittoria sorprendente dell’Ardor Bollate, prossima avversaria dei lacustri, contro una tra le formazioni più forti del campionato, l’Olimpia Cadorago.

Il primo quarto. Sulla carta per Luino la partita era molto difficile, ma l’inizio gara della Pallacanestro Verbano ha dimostrato ancora una volta l’equilibrio tra le squadre del girone B della Serie C Silver. La penultima giornata del girone d’andata ha visto il rientro di Gardini tra le fila della PVL, e l’assenza di Fontanel e Lombardi per gli ospiti, due veterani per Castronno. Si inizia subito forte, sia da una parte che dall’altra, con il primo break di Castronno che va sul 2-5. Si alza la difesa luinese che chiude gli spazi agli ospiti: su un fallo di Palazzi, allo stesso viene fischiato il primo tecnico per proteste. Poco dopo un tiro di Gubitta in sospensione ed una tripla del play luinese ribaltano sul 9-5. I ragazzi di Colombo tengono botta sui più quotati ospiti, ma la gara si gioca punto a punto con grande intensità. Dopo l’11-11 stabilito da Leo, è la PVL che allunga grazie a Pehar, Gubitta e Vitella, che, appena entrato, dimostra grande fisicità sotto canestro mettendo a segno i due punti del momentaneo 17-11 per il Verbano.

Il secondo periodo. Al rientro in campo Castronno torna sotto sul 17-16, ma è una tripla di Gardini a riportare i suoi sul +4. La partita continua e i ragazzi di coach Colombo riescono a mantenere sempre qualche punto di vantaggio, tornando anche al +6, sul 26-20, grazie ad un gran canestro di Pehar che, spalle a canestro, si gira ed infila da sotto. Castronno ha un black-out e perde due palle in attacco: il coach ospite chiama i suoi al time-out per riorganizzare il gioco, visto che l’intensità difensiva di Luino non lascia spazi a Marini e compagni. Dopo la breve pausa Castronno gioca con maggior piglio e fa segnare un parziale di 0-6 con una tripla di Leo, due liberi di Barbieri ed uno di Binda. I giocatori vanno negli spogliatoi sul punteggio di 26-27: nelle ultime azioni di gioco i luinesi, nonostante l’intensità, hanno peccato con un pizzico di nervosismo.

La terza frazione di gioco. Il terzo quarto è equilibrato come il primo tempo e le squadre giocano a viso aperto, alternando marcature a zona o ad uomo in base agli uomini sul parquet. I giovani luinesi, tra cui De Santi (classe 1997), Vitella e Garavaglia (classe 1996), dimostrano grande qualità e non si fanno intimidire dalla fisicità e dalla tecnica di Premoli e soci. Da segnalare la grande azione di Pehar che fissa il temporaneo 32-32 con una grande penetrazione in velocità sui lunghi ospiti. Ma è Vitella il più in forma dei suoi e oltre a mettere alcuni importanti punti sotto canestro, è reattivo a rimbalzo. A Palazzi viene fischiato un altro tecnico e così Luino deve fare a meno del proprio play, che viene espulso. Borghi prima, Leo poi, portano in vantaggio Castronno sul 37-40, ma sono De Santi con una bella entrata e Pehar con una bomba dall’arco a rimettere la partita sui binari giusti: 43-40 per la PVL. Nell’ultimo giro di cronometro del terzo periodo è prima De Santi a rispondere, sul 45-45, ai cinque punti di Borghi. Il terzo tecnico per la PVL, fischiato a Gubitta, chiude la frazione con Castronno che mettendo a segno il libero va in vantaggio sul +1, 45-46.

La sconfitta della PVL maturata negli ultimi sei minuti. Si arriva al quarto ed ultimo periodo con una grande tensione da entrambe le parti. Castronno non è riuscita a chiudere prima la partita nonostante l’enorme divario in classifica con la Pallacanestro Verbano Luino. Il match continua su grandi ritmi, ribaltamenti di fronte e transizioni di livello sino al 54-54. E’ un errore di Gubitta dall’arco che chiude la partita quando mancano 5 minuti alla sirena. Qui, infatti, grazie alla grande esperienza degli ospiti e a causa della probabile stanchezza dei luinesi, sono i giocatori di Castronno a prendere il sopravvento: le due triple, una di Premoli e l’altra di Santinon, spezzano le gambe ai ragazzi di Colombo che chiama un time-out sotto di 8, sul 54-62. Al rientro in campo Castronno sale in difesa e concede pochi pochi spazi agli attacchi dei luinesi; a far la differenza dall’altra parte del campo sono le avanzate biancorosse che, con cinismo, puniscono la PVL infilando un incredibile parziale 0-18 in poco meno di tre minuti. Il tabellone segna 54-72 per Castronno e nonostante Pehar mette a segno un gioco da tre punti, dopo aver subito fallo, la situazione cambia poco. Sono prima Vitella e poi Garavaglia a chiudere la partita sul punteggio finale di 61-75. Da segnalare per Castronno il 56,5% da tre (13/23), contro il 17,4% dei luinesi (4/23).

Il punteggio finale, rispetto a quello che si è visto sul campo per almeno tre quarti di gara, è sicuramente ingiusto. Ottime le prove di Pehar e dei giovani in campo, tra cui Vitella, Ferrari, De Santi e Garavaglia. Non basta neanche il rientro di Gardini da un lungo infortunio. I luinesi, rei di gravi disattenzioni difensive negli ultimi cinque minuti di gara, hanno subito la grande esperienza dei castronnesi. Con questa sconfitta il Luino rimane fermo in classifica ad 8 punti insieme ad Amici Pall. Varese, ABA Legnano, BK Cassano Magnago e l’Ardor Bollate, autore di un’ottima prova in trasferta a Cadorago. Capitan Gubitta e compagni torneranno in campo proprio a Bollate contro l’Ardor sabato sera, in uno scontro salvezza assolutamente da vincere.

Pallacanestro Verbano Luino – Pallacanestro Castronno 61-75 (17-11, 9-16, 19-19, 16-29)

Pallacanestro Verbano Luino: Pehar 14, Vitella 8, De Santi 11, Gardini 3, Biason 2, Ferrari 4, Gubitta 6, Palazzi 5, Galluccio 2, Garavaglia 6. Tiri liberi: 3/3. Tiri da due: 23/45. Tiri da tre: 4/23. Rimbalzi totali: 35 (25 dif., 10 off.). Assist: 6, Palle perse: 17, Palle recuperate: 15, Sd 3, Ss 2.

I risultati della 14esima giornata della Serie C Silver girone B. Pallacanestro Verbano Luino – Pallacanestro Castronno 61-75, Virtus Olona – Aba Legnano 67-64, Basket Tavernerio – Team ABC Cantù 39-67, Amici Pall.Varese – BK Bosto Varese (01/02/2016 ore 21), Pall. Cerro Maggiore – Sportlandia Tradate 68-65, Olimpia Cadorago – Ardor Bollate 64-78, Allianz Bank Rovello – Basketball Gallarate 73-65, BK Cassano Magnago – Mia Bk Groane 66-77.

La classifica dopo la 14sima giornata: Pall.Cerro Maggiore 24, Olimpia Cadorago 22, Team ABC Cantù, Pall.Castronno e Allianz Bank Rovello 20, BK Gallarate e MIA BK Groane 18, Sportlandia Tradate 16, Virtus Olona 12, BK Bosto Varese* 10, Pallacanestro Verbano Luino, Amici Pall. Varese*, ABA Legnano, BK Cassano Magnago e Ardor Bollate 8, Basket Tavernerio 2.

Per ulteriori informazioni consultare il sito web della Pallacanestro Verbano Luino, la Pagina Facebook, il profilo Twitter e il canale Youtube.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127