26 settembre 2015

Agra, inaugurata stamane la “rinata” casa di riposo “Albertini Vanda”. Ecco le foto

Tempo medio di lettura: 4 minuti

E’ stata inaugurata questa mattina ad Agra la “nuova” Residenza Socio-Assistenziale “Albertini Vanda”. Torna così a vivere, dopo diversi anni, la casa di riposo che sarà gestita dalla Santambrogio Servizi srl, dell’amministratore Gianni Caprara, residente a Porto Valtravaglia. Presenti all’inaugurazione insieme ai tanti cittadini, la consigliera regionale Francesca Brianza, il direttore sociale di ASL Varese, Lucas Gutierrez, e numerosi amministratori locali, sindaci, vice-sindaci, assessori e consiglieri del luinese. Rispetto ad altre strutture sanitarie di questo tipo ci sono alcune novità gestionali-organizzative che verranno rese note mercoledì durante una conferenza stampa presso il Comune di Luino.

Agra, inaugurata stamane la casa di riposo “Albertini Vanda”. Dopo tanti anni dalla chiusura della casa di riposo di Agra, con problematiche legate ad autorizzazioni per la gestione tra due società, torna in vita il presidio sanitario di lunga degenza sul territorio dell’alto Varesotto. E’ stata inaugurata questa mattina, alla presenza di numerosi cittadini, la “nuova” Residenza Socio-Assistenziale dedicata a “Albertini Vanda”, madre della moglie dell’amministratore della Santambrogio Servizi, Gianni Caprera. Verranno impiegati una cinquantina di operatori sanitari e l’obiettivo sarà quello di occupare tutti i posti letto entro la fine dell’anno. La struttura, come si evince dalle foto, è stata completamente rinnovata sia al suo esterno che all’interno.

A prendere la parola per primo è stato l’amministratore della Santambrogio Servizi srl, Gianni Caprara che, dopo aver ringraziato tutti coloro i quali hanno permesso la riapertura della struttura, la moglie e l’amministrazione comunale di Agra con il sindaco Griggio, ha presentato la rinascita della casa di riposo: “Contiamo di arrivare all’occupazione totale dei posti letto entro la fine dell’anno e questo vorrà dire che l’organico supererà le 50 persone. Un imprenditore come me, che opera nel sociale dovrebbe sapere solo di essere un braccio operativo ed una risorsa nelle mani di amministrazioni intelligenti, che sappiano utilizzare queste opportunità per garantire ai propri cittadini servizi difficilmente realizzabili in modo diverso. Quello che ha reso davvero fattibile la riapertura è stato l’impegno dell’amministrazione locale e la determinazione del sindaco Griggio. I risultati sono all’interno della struttura. Spero che a breve questa casa venga riconosciuta da tutti, dagli anziani del paese e della valle, come se fosse loro, un servizio a loro disposizione, allo stesso modo come è successo in altre nostre realtà. Sono servizi dati alla popolazione, non è un albergo chiuso. Una casa di riposo, una RSA (ndr, Residenza Socio-Assistenziale) è un servizio che si apre alla cittadinanza, è aperta 365 giorni all’anno, h 24. Vuol dire che tutti i servizi che ci sono all’interno sono rivolti alla popolazione. Ciò significa che ci sarà un presidio sanitario sul territorio sempre aperto. Credo che questa struttura sia un servizio molto importante anche per il Comune perchè permette di risolvere dei problemi sociali. Colgo questa occasione per ringraziare pubblicamente il direttore sociale dell’ASL Varese, il dottor Lucas Gutierrez, ed i suoi collaboratori per l’aiuto che ci hanno dato. Lo stesso dottor Gutierrez, poi, ha voluto studiare un’utilizzazione diversificata di questa struttura affinchè rispondi meglio alle esigenze del territorio. Questo studio è stato recepito da Regione Lombardia per portarlo in altre realtà sanitarie”.

Le parole del sindaco di Agra, Ernesto Griggio. “Oggi è una giornata molto importante per la nostra comunità e per i comuni della nostra valle. L’obiettivo della nostra amministrazione era quello di far sì che questa casa di riposo riprendesse ad essere operativa. La collaborazione che c’è stata tra il signor Caprara, l’amministrazione, i funzionari dell’ASL e alcuni politici del territorio ha fatto sì che oggi siamo qui per questa inaugurazione. Ringrazio anche io tutti i politici locali, provinciali, regionali, le forze dell’ordine, don Corrado, don Vittorio, il nostro ex parroco che ha conosciuto tutte le vicissitudini delle varie case di riposo aperte ad Agra, i gruppi presenti, gli Alpini, la Protezione Civile, l’Avis e tutti i cittadini. Mi vorrei soffermare, infine, su quello che questa casa di riposo porterà ad Agra: la creazione di posti di lavoro, il personale di servizio, i parenti che venendo qui renderanno più vivo questo paese. Spero vivamente che questa non sia solo una casa di riposo per anziani, ma che possa anche essere un ambiente dove possano nascere delle iniziative che coinvolgano tutti i cittadini, per far crescere le nostre attività ricreative, culturali ed anche commerciali”.

Porge i saluti dell’ASL di Varese, il direttore sociale e dottore, Lucas Gutierrez: “Credo sia un momento importante per le nostre valli. Più del 30% del territorio della nostra provincia è collocato in area montana e così anche quello regionale. L’apertura di una struttura di questo tipo ad Agra è una risposta concreta per la popolazione che vi risiede, soprattutto sul versante della prossimità. E’ anche una risposta perchè si colloca in un momento strategico e fondamentale della storia della nostra Regione: con la legge 23 la Regione ha decretato l’evoluzione del sistema sanitario regionale, nel senso del miglioramento della continuità assistenziale, della presa in carico, della risposta ai bisogni delle famiglie e delle persone fragili. L’inaugurazione, quindi, in questo momento, è di particolare importanza, anche perchè questa struttura, oltre ad essere di carattere residenziale, sarà un punto di riferimento per tutta la popolazione del nostro territorio”.

Infine, interviene anche la consigliera regionale Francesca Brianza: “Ho voluto portare i saluti di Regione Lombardia e voglio associarmi a tutti i complimenti fatti. Credo che tutto questo territorio oggi si arricchisce di un tassello fondamentale. Dopo tanti anni si riapre questa struttura ed è un giorno importante per tutti noi. Da oggi in avanti ci saranno dei servizi in più per i cittadini e per i residenti e potrà diventare un punto di raccordo e di servizio per un territorio che è sicuramente bellissimo, ma in tanti momenti anche disagiato. Questa potrebbe diventare un’occasione importante per tutta la cittadinanza, per fare in modo che ci siano dei servizi di prossimità sempre più vicini e rispondenti alle necessità che emergono quotidianamente”.

Nella giornata di domani la casa di riposo “Albertini Vanda” rimarrà aperta dalle 10 alle 18 e si potranno effettuare visite guidate. Per qualsiasi informazione contattare il numero telefonico 0332 517353 o scrivere alla mail s.ambrogio@serviziassistenziali.com.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127