28 Luglio 2015

La strategia contro l’immigrazione della Danimarca

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La battaglia contro i crescenti ingressi di immigrati in Danimarca si va combattendo a suon di documenti segreti, video che scoraggiano i viaggi e pubblicità deterrente sulla stampa straniera.

(denstoredanske.dk)

(denstoredanske.dk)

E’ “originale” la strategia della Danimarca nel combattere il crescente numero di ingressi di immigrati. La strategia danese per limitare il numero di arrivi degli immigrati sul proprio territorio si sta combattendo con documenti segreti, video che scoraggiano i viaggi, pubblicità deterrente sulla stampa straniera, leggi che tagliano i benefici per i non danesi e l’ammissione che ormai case per i profughi non ce ne sono più.

La Danimarca, come i suoi vicini scandinavi del resto, vede ribollire il dibattito sull’accoglienza a fronte dei crescenti ingressi di stranieri. L’anno scorso Copenaghen ha assistito al raddoppio delle presenze di richiedenti asilo (14.815 contro 7.557 del 2013), un record condiviso con la Svezia, e l’Ufficio immigrazione ha già fatto sapere che un nuovo picco sarà toccato quest’anno.

Il manuale per i migranti pubblicato dal quotidiano “Jillands-Posten”. Ma la questione è diventata coercitiva quando uno dei principali quotidiani danesi, il “Jillands-Posten”, ha pubblicato un manuale ad uso e consumo dei migranti stilato dai trafficanti di esseri umani, per informarli dei benefici a loro riservati nei diversi Paesi. Mettendo a paragone il welfare di Danimarca, Svezia, Norvegia, Olanda e Germania i trafficanti attirano disperati con l’apparente intento di informarli su ciò che troveranno una volta arrivati nei paesi del grande Nord.

La discussione dei ministri che partecipano a Frontex. La ministra dell’integrazione danese Inger Stojberg ne ha parlato la scorsa settimana a Varsavia con i Paesi che partecipano a Frontex. Ora ha annunciato che il governo sta lavorando all’ideazione di una pubblicità da far uscire sui giornali stranieri con la quale dissuadere i migranti dal puntare alla Danimarca. Un deterrente che ricorderà loro che il Paese non è più in grado di trovare case per gli stranieri, che è in procinto di tagliare i benefici previsti fino ad ora dal welfare statale, e che non più tardi di una settimana fa Copenaghen ha ribadito ai colleghi europei che non intende farsi carico di ricollocare quote di profughi. (CdT)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127