26 Aprile 2015

Cinema, chiude a San Pietroburgo l’edizione 2015 del “New Italian Cinema Events”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Si sono concluse da pochi giorni nella storica sala Rodina del Musei Kino di San Pietroburgo le intense settimane di cinema italiano N.I.C.E. RUSSIA 2015, festival diretto da Viviana del Bianco, Grazia Santini e Olga Strada, direttore esecutivo Russia, nonché nuovo direttore dell’Istituto Italiano di Cultura. La sala del restaurato Cinema Illusion di Mosca è stata gremita di spettatori, durante la settimana molti giorni sono stati sold out. I registi presenti alle proiezioni hanno potuto constatare personalmente quanta voglia d’Italia e di cinema italiano ci sia in questo momento in Russia. Applauditissime le commedie di Paolo Genovese e Rolando Ravello, anche per Antonio Morabito grandi sono state le soddisfazioni. Il N.I.C.E. riprenderà nel mese di novembre con la nuova selezione per gli Stati Uniti (New York e San Francisco).

N.I.C.E. New Italian Cinema Events (facebook.com)

N.I.C.E. New Italian Cinema Events (facebook.com)

Il festival N.I.C.E. RUSSIA 2015. La serata di apertura è stata inaugurata dall’attrice Sabrina Impacciatore, madrina del Festival e interprete nel nuovo film di Paolo Genovese “Sei mai stata sulla luna?”. Durante la serata è stato assegnato da una giuria, formata da critici cinematografici e presieduta da Naum Klejman, presidente del Centro studi culturali Ejzendstejn, il premio Alexander Gimelfarb Award. Esso consiste in una borsa di studio del valore di 1.000,00 euro intitolata ad Alexander Gimelfarb, scienziato in biologia e genetica nato a San Pietroburgo e sostenitore del grande schermo. Il vincitore Maxim Semionov, specializzando in cinema moderno alla New Moscow Film School, ha dichiarato: “Fare un film mi sembrava abbastanza semplice, ma in realtà mi sono reso conto che non è così. Quindi sono molto orgoglioso di aver ricevuto questa borsa di studio”. Naum Klejman ha, inoltre, consegnato il “Premio Bozzetto d’oro Savio Firmino” per la miglior scenografia e arredo cinematografico al film di Paolo Genovese “Tutta colpa di Freud”.

Gli eventi e le proiezioni. Le proiezioni sono continuate con “Il venditore di medicine” di Antonio Morabito (già vincitore del premio Città di Firenze negli USA), “Ti ricordi di me?” di Rolando Ravello, “L’arte della felicità” di Alessandro Rak, “Controra” di Rossella De Venuto, “Una piccola impresa meridionale” di Rocco Papaleo, “Il mondo fino in fondo” di Alessandro Lunardelli, “Border” di Alessio Cremonini, “Viva la libertà” di Roberto Andò; tutti apprezzatissimi, nessuno escluso. Gli eventi non si sono esauriti all’interno della sala cinematografica, ma gli incontri con i registi sono proseguiti anche in altri spazi. Antonio Morabito è stato ospite della Libreria Moskva, mentre Rossella De Venuto ha incontrato gli studenti della Moscow New Cinema School.

A San Pietroburgo il festival si è svolto come ogni anno nella sala Rodina del Musei Kino che, con i suoi stucchi, le poltrone di velluto rosso e i suoi lampadari di cristallo viene sempre ammirata da chi la vede per la prima volta. Come a Mosca il film di apertura “Sei mai stata sulla luna?” di Paolo Genovese è stato lungamente appaudito dal pubblico che affollava anche la balconata, generalmente aperta soltanto in occasioni particolari. A seguire “Il venditore di medicine” di Antonio Morabito che è stato accolto con grande interesse ed è stato oggetto di animata discussione. Il giorno seguente, nonostante la celebrazione della Pasqua Ortodossa, il pubblico presente in sala era numeroso. Durante la settimana ogni film è stato seguito con attenzione; il pubblico, particolarmete curioso anche riguardo ai paesaggi, ha fatto molte domande riguardo alle location delle riprese che tanti avrebbero voluto visitare. A tale proposito Alitalia ha offerto agli spettatori del festival N.I.C.E., iscritti al database, uno sconto del 20% su biglietti aerei dalla Russia per l’Italia.

Si è svolto, inoltre, un incontro con gli studenti della locale Università del Cinema e della Televisione, dove la regista Rossella De Venuto ha parlato delle difficoltà incontrate per produrre il suo film. Gli studenti, hanno mostrato molta curiosità per l’horror e per la lavorazione del fim, facendo anche paragoni con altre pellicole dello stesso genere. Hanno mostrato, inoltre, molto interesse riguardo a N.I.C.E., Associazione no profit, in quanto nel loro paese sembra non esserci nessuna organizzazione che promuova il cinema nazionale all’estero.

A chiudere il festival “Viva la libertà di Roberto Andò”: applauditissima l’interpretazione di Toni Servillo, volto noto a San Pietroburgo per aver recitato in numerosi teatri. A fine, il pubblico e la stampa hanno salutato, molto calorosamente, Grazia Santini ringraziando per i bellissimi film selezionati.

Il N.I.C.E. New Italian Cinema Events è uno degli eventi di primaria importanza nell’ambito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali-Direzione Generale per il Cinema, Ministero Affari Esteri (Ambasciata di Mosca e Consolati e Istituti Italiani di Cultura di Mosca e San Pietroburgo), Comune di Firenze – Assessorato alla Cultura, Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana-Mediateca Regionale-Toscana Film Commission. Un ringraziamento a Naum Klejman, presidente del Centro studi culturali Ėjzenštejn, per la continua e preziosa collaborazione, a Coolconnection, Rai e Raicom per il prezioso aiuto dato ai nostri ambiziosi progetti. Ringraziamo i produttori e distributori che riconoscono in N.I.C.E. la sua peculiare capacità di individuare e promuovere gli autori emergenti e tutto lo staff che opera con tanto entusiasmo.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127