16 Dicembre 2014

Luino, tiene banco la discussione sulla pista ciclabile. Il sindaco Pellicini: “Solo una compartecipazione, nessun debito”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Tiene banco la discussione sulla realizzazione dell’ultimo tratto della pista ciclabile a Luino, che andrà a collegare la Valcuvia al Lago Maggiore. Con l’avvicinarsi della campagna elettorale, infatti, si fa sempre più teso il clima tra le varie parti politiche locali e così, dopo le critiche sollevate dal segretario del Circolo del Pd di Luino, Stefano Bragnuolo, non si fa attendere la replica del sindaco di Luino, Andrea Pellicini, che difende i costi dell’opera.

Il sindaco di Luino, Andrea Pellicini

Il sindaco di Luino, Andrea Pellicini

“Nessun debito da parte del Comune di Luino verso la Comunità Montana, solo una compartecipazione pubblica.” Il sindaco di Luino, Andrea Pellicini, non ci sta alle dure critiche di ieri del segretario del Circolo del Pd di Luino, Stefano Bragnuolo. “Non ci sono debiti del comune di Luino con la Comunità montana Valli del Verbano – spiega il sindaco Andrea Pellicini. C’è semplicemente una compartecipazione ad un’opera pubblica, finanziata dal comune in diverse annualità. A gennaio potremo versare alla Comunità montana la prima parte del cofinanziamento. Abbiamo in cassa i soldi, ma non li possiamo erogare entro il 31 dicembre per non violare il patto di stabilità. Purtroppo sono queste le regole assurde dell’Europa.”

“Abbiamo ridotto il debito complessivo del comune, nessuno può ignorarlo”. Secondo il sindaco Pellicini non si può ignorare la realizzazione di tante opere pubbliche avvenuta grazie a fondi arrivati da enti esterni. Il comune di Luino, infatti, a detta del sindaco, non ha stipulato nessun nuovo mutuo, riducendo così il debito pubblico del comune stesso. “Per il resto – continua il sindaco -, il discorso è semplice: abbiamo partecipato con la Comunità montana, nell’ambito interesse anche dei piccoli comuni del nord della provincia, ad un progetto finanziato da Regione Lombardia per 700.000 euro. In questi anni, tra il nuovo lungolago, il Palazzo Verbania, l’imbarcadero, il nuovo ufficio turistico, la sede dei Canottieri Luino, il Gal e la pista ciclabile, abbiamo ottenuto circa 3,5 milioni di euro di finanziamenti da enti esterni. Si tratta di un record! Il tutto senza fare nuovi mutui e riducendo il debito complessivo del comune. Un risultato che nemmeno gli amici luinesi del PD possono ignorare.”

Per approfondire: 

Luino, sulla pista ciclabile interviene il segretario Pd Bragnuolo: “Chi pagherà i debiti del Comune alla Comunità Montana?”

– Luino, a febbraio prevista l’inaugurazione del nuovo tratto di pista ciclabile. Il sindaco Pellicini: “Un’opportunità per il turismo”

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127