13 Settembre 2014

Maccagno con Pino e Veddasca: una fusione “vantaggiosa” per tutti i cittadini

A poco meno di un anno dalla sua fusione, il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca sta stabilendo alcuni principi cardini della nuova realtà comunale dell’alto Varesotto. In questi giorni, infatti, il Comune ha deciso di abolire ai contribuenti il pagamento della T.A.S.I., ha messo mano allo statuto del Comune per istituire Pro Sindaci e Consultori ed, infine, ha scelto di garantire la totale gratuità agli Scuolabus, inaugurando la linea che porterà i bambini di Veddasca e Pino nelle scuole maccagnesi. Per quanto riguarda il pagamento dell’IMU e della TARI, invece, bisogna attendere fino al 30 settembre. A fronte di un ottimo impegno da parte dell’Amministrazione Passera, però, sembra che le Poste Italiane ed il trasporto pubblico non stiano garantendo un buon servizio ad Armio, nell’ex Comune di Veddasca.

Il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera (facebook.com/fabiopassera)

Il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera (facebook.com/fabiopassera)

L’azzeramento dell’aliquota T.A.S.I. per tutti i contribuenti di Maccagno con Pino e Veddasca. Prima della fusione di questi tre comuni in Maccagno con Pino e Veddasca, tutti i cittadini si dividevano in due gruppi: c’era chi sosteneva il sindaco Passera, che voleva fortemente la fusione, e chi invece era contro, vedendo questa nuova realtà sociale, che si sarebbe andata ad istituire, come una probabile fonte di penalizzazione a livello fiscale. Ad oggi, invece, vi è un’unica certezza: dopo qualche mese dalla fusione a nessun contribuente di Maccagno con Pino e Veddasca, residente e non, sarà chiesto di versare un solo centesimo per il pagamento della TASI. Questo è avvenuto grazie alla deliberazione comunale nr.19 del 9 settembre scorso. Questa decisione avrà, probabilmente, un fortissimo impatto sulle tasche dei cittadini, e non solo sui possessori di prime e seconde case, ma anche per tutte quelle attività produttive ed artigianali, degli operatori turistici e dell’intero mondo del terziario. Si parla di una “non entrata” da parte del nuovo Comune pari ad oltre 370 mila euro che, invece, rimarranno nelle tasche dei cittadini. Invece, per conoscere le aliquote e le tariffe relative a I.M.U. e T.A.R.I., invece, bisognerà invece attendere il 30 settembre prossimo. “La T.A.S.I. – afferma il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera – è stato un intervento lampante che ha dimostrato come si possa essere virtuosi, andando incontro alla gente. Grazie alla nostra attenzione alla spesa, con risparmi di scala strutturale che si aggirano attorno ai 100 mila euro all’anno, e con i contributi statali e regionali previsti per la fusione, possiamo creare progetti con lungimiranza. Così abbiamo azzerato la T.A.S.I. per permettere che il nostro territorio diventi sempre più appetibile: invogliare la gente a stare qua, magari a tornarci o a fermarsi definitivamente. A Veddasca c’era l’addizionale I.R.P.E.F. e noi l’azzereremo. Per quanto riguarda l’I.M.U. sulla seconda casa, che a Pino era al 10,6% e a Veddasca l’8,6%, noi certamente ci impegneremo per portarla al minimo.”

La modifica dello Statuto del Comune per istituire Pro Sindaci e Consultori. Uno dei cavalli di battaglia portati avanti dal sindaco Passera durante la campagna del referendum per la fusione dei Comuni di Maccagno, Pino sul Lago Maggiore e Veddasca è stato quello dell’istituzione dei Pro Sindaci e dei Consultori, con l’obiettivo di recepire le vere problematicità dei piccoli borghi presenti su tutta l’area del nuovo Comune. E così, dal 9 settembre, questa “promessa” è diventata realtà e a partire dal mese di ottobre, quanto la modifica dello Statuto sarà effettiva, tutti i cittadini potranno interagire con queste nuove figure comunali. “Anche questo è stato un impegno che abbiamo preso in campagna elettorale – continua il sindaco -. I Consultori ed i Pro Sindaci saranno emanazione dell’esecutivo e saranno nominati direttamente da me. Peraltro in campagna elettorale avevamo già indicato chi sarebbero stati i Pro Sindaci, e cioè: Costanza Guerri per Maccagno, l’ex sindaco Mauro Fiorini per Pino e Nicola Marinello, ex consigliere di minoranza, per Veddasca”.

La gratuità del trasporto scolastico per tutti gli alunni del Comune. L’amministrazione Passera, inoltre, ha inaugurato la linea di trasporto scolastico verso Pino e la Veddasca. Con inizio lo scorso 11 settembre, sarà un servizio gratuito per tutti i cittadini che potranno così affidare i loro figli agli Scuolabus e fare in modo che si rechino nelle scuole di Maccagno senza nessun tipo di problemi e costi aggiuntivi. “Maccagno ha una storia totalmente diversa da tutti i comuni della nostra zona per quanto riguarda il trasporto scolastico. Siamo orgogliosi di questo – confessa il sindaco -. Così come abbiamo sempre garantito il servizio verso la Veddasca gratuitamente, da quest’anno l’abbiamo implementato anche a Pino. Per la prima volta a Pino c’è uno Scuolabus che serve tutte le corse in tutti gli orari scolastici anche quando non coincidono.”

Il problema dell’Ufficio Postale di Veddasca. Negli scorsi giorni il quotidiano online “VareseNews” ha segnalato la disfunzione del servizio postale nel comune di Veddasca, all’ufficio di Armio. A partire dal 22 di agosto fino al 10 di settembre, ben 19 giorni, la Posta di Armio è stata aperta due giorni: solo l’uno ed il tre settembre. Inoltre le corse dei mezzi di trasporto per arrivare all’ufficio postale più vicino, che dista 17 chilometri e si trova a Maccagno, sono poche ad orari improponibili: l’andata della corsa del primo bus parte alle 6.30, mentre il ritorno è alle 11.30. “Questi problemi non dipendono da noi, anche se ci stiamo impegnando per migliorare la situazione – conclude il sindaco Fabio Passera -. Vogliamo trovare un accordo, perché tutto quello che stiamo facendo non ha senso se non vengono garantiti i servizi ai cittadini da parte di altri enti. Anche l’ufficio postale di Pino sta soffrendo, ma in maniera minore. Neanche il trasporto pubblico, però, dipende da noi, ma dal Piano Regionale Trasporto e dalla Provincia, per cui ora stiamo aspettando le elezioni provinciali. Ad oggi stiamo lavorando e sappiamo che non è facile avere risposte, ma vogliamo dire la nostra e far valere il nostro peso.”

Il video de “Lo Stivale Pensante” sulla fusione di Maccagno con Pino e Veddasca.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127