1 febbraio 2014

Maccagno e la “musica medievale”: ecco le foto del corso e l’intervista al sindaco Passera

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A qualche settimana dal corso di “Musica Medievale” e dal seguente saggio conclusivo, abbiamo intervistato il sindaco di Maccagno Fabio Passera, che ci ha raccontato come ha vissuto lui quest’esperienza. Insieme pubblichiamo anche le foto scattate da Samuele Dall’Asta durante tutto l’arco delle lezioni.

Uno scatto durante il saggio all'Auditorium di Maccagno (© Samuele Dall'Asta)

Uno scatto durante il saggio all’Auditorium di Maccagno (© Samuele Dall’Asta)

Cosa significa per lei ospitare il corso di musica medievale a Maccagno?

Significa conoscere nuove forme di cultura, in questo caso musicale, abitualmente lontana dal grande pubblico. Da amministratore ho imparato a non dire “no” prima di conoscere. Mi piacciono le sfide. Qualche volta va bene, altre meno. Stavolta è stata una piacevolissima sorpresa. Ho scoperto un mondo affascinante, che non conoscevo.

Quest’anno si è arrivati alla seconda edizione, pensa ci sarà anche la terza?

Spero ci sia una terza edizione. Anche se è arrivata l’ora di far crescere ulteriormente la manifestazione e trovare un adeguato posizionamento della stessa nella bella stagione. Per i turisti e i villeggianti, la musica medievale sarà una piacevole scoperta.

Come si relaziona Maccagno alla musica medievale?

Maccagno (e più precisamente una parte di esso, Maccagno inferiore. La zona a sud del Giona) ha un profondo legame con la storia medievale. Maccagno inferiore fin dal 1200 diventa indipendente e “terra per sé”, grazie ai Mandelli che ottengono tali benefici dall’Imperatore teutonico Ottone IV. Poi c’è la storia della zecca, dell’impianto urbanistico, delle grida e dei diplomi del tempo. Maccagno inferiore “é” un pezzo importante di Medioevo locale.

Ha partecipato al saggio finale? Come lo ha trovato e cosa ha provato ascoltando queste originali sonorità?

Ho partecipato al saggio finale e a diversi passaggi della manifestazione. Ho provato emozioni vere, sonorità spesso sconosciute. Per dirla in maniera magari poco raffinata ma che dà l’idea, un incrocio tra le ballate di Angelo Branduardi e la musica sacra. Eppure ho capito che quella è proprio l’abc della musica che oggi ascoltiamo. Tutto ha origine e parte da lì.

Quanti giovani maccagnesi, e non, hanno partecipato?

Il corso, reso possibile dal coordinamento di Lorella Erbifori di Castelveccana, ha visto la partecipazione dei Micrologus, una vera e propria istituzione e livello almeno europeo in questo campo. Il corso ha avuto oltre trenta partecipanti: di Maccagno non ha partecipato nessuno, ma dalla zona si. Luino, Porto Valtravaglia, Cunardo, Castelveccana… Sono davvero soddisfatto!

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127