25 Maggio 2017

Stop ai vitalizi dei parlamentari, verso il primo ok del Parlamento al ddl. “Riforma epocale”

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

(ADNKRONOS) La commissione Affari costituzionali della Camera ha terminato l’esame di tutti gli emendamenti, approvando una manciata di modifiche. Il mandato al relatore sarà votato il prossimo martedì. Il testo base, che ricalca la proposta a prima firma Matteo Richetti (Pd), prevede che per tutti gli eletti, anche per gli ex parlamentari, l’assegno previdenziale sia calcolato con il sistema contributivo.

Stop ai vitalizi dei parlamentari, verso il primo ok del Parlamento al ddl. “Riforma epocale”. Via libera della commissione Affari costituzionali della Camera alla proposta di legge, presentata dal Pd, che modifica la disciplina dei cosiddetti vitalizi parlamentari, applicando il sistema contributivo sia a quelli futuri che a quelli in essere. Martedì prossimo, dopo i pareri espressi dalle altre commissioni, verrà votato il mandato al relatore, Matteo Richetti, del Pd, a riferire in Aula.

“Una riforma epocale – spiega – che riconcilia la politica con il Paese e che applica ai politici le regole che valgono per tutti, fatta su una proposta del Pd. Può reggere alle valutazioni di costituzionalità e applicabilità, non è una spedizione punitiva, perchè riconosce il lavoro delle persone che hanno passato una vita a servizio delle Istituzioni”.

Da parte del Movimento 5 stelle la richiesta di elevare l’età per iniziare il pagamento del trattamento pensionistico, fissata in 65 anni che possono scendere fino a 60, seguendo gli stessi parametri fissati dalla legge Fornero.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127