EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
11 Maggio 2017

Lunedì i ragazzi dell’Istituto “Città di Luino” e del Liceo insieme per presentare i “progetti di eccellenza”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Lunedì 15 maggio, a partire dalle 9.30 e fino alle 17, le classi terza dell’I.S.I.S. “Città di Luino” e il Liceo Scientifico “V. Sereni” presenteranno i “Progetti di eccellenza – Progetto UCIMU”, con i risultati della loro attività nel modulo sperimentale di alternanza scuola lavoro. In mattinata la presentazione delle classi 3AE e 3AI del “Città di Luino”, fino alle 13.15 presso la sede associata di via Cervinia, quando inizierà una conferenza stampa fino alle 13.45. Dalle 14.30 fino al termine della giornata, invece, la presentazione della classe 3C presso la sede di Luino del Liceo “V. Sereni”.

Lunedì i ragazzi dell’Istituto “Città di Luino” e del Liceo insieme per presentare i “progetti di eccellenza”. Lunedì 15 maggio le classi 3A corso elettronica – automazione e la classe 3A corso informatica dell’Istituto “Città di Luino” e la classe 3C del Liceo “V. Sereni” dell’indirizzo Scienze Applicate, presenteranno i risultati della loro attività un modulo sperimentale di alternanza scuola lavoro. Un lavoro durato 40 ore, realizzato in piccoli gruppi, che ha previsto come modalità di espressione la realizzazione di video, report, brochure e lo sviluppo di piani di utilizzo dei social network personalizzati per alcune aziende costruttrici di macchine utensili del territorio.

I ragazzi hanno affrontato il project work con passione ed entusiasmo, impegno e professionalità, coordinati dai docenti tutor Marilina Comeglio per la classe 3A elettronica e automazione, da Rocco Mancuso, funzione strumentale ASL per tutto l’Istituto, dai docenti dei rispettivi consigli di classe, da Stefano Anania, docente tutor per la classe 3C scienze applicate, coadiuvato dai colleghi e, in particolar modo, da Valeria Bezzo e Barbara Caruso, sotto la conduzione della referente per l’Asl, Silvia Sonnessa, e della vicepreside Elma Bandiera.

Le imprese da molti anni a questa parte hanno dimostrato di considerare il rapporto con le scuole del territorio una risorsa imprescindibile per alimentare la propria crescita in mercati sempre più competitivi e si sono dimostrate disponibili nel corso della attività a fornire le informazioni utili alla realizzazioni dei lavori. Il 15 maggio in seduta plenaria i tutor delle aziende Rettificatrici Ghiringhelli Spa, Bragonzi, Mario Carnaghi, CB-Ferrari, Ficep, Galdabini, Milutensili, con i rappresentanti UCIMU Simona Pigozzi e Davide Della Bella, assisteranno alla presentazione dei lavori che saranno successivamente valutati ai fini della rendicontazione dell’attività di alternanza triennale.

Lo sviluppo di competenze tecniche e tecnologiche che, mixate con la capacità di lavorare in gruppo e di raggiungere gli obiettivi nel rispetto dei tempi e delle specifiche date, hanno rappresentato l’obiettivo del progetto di impresa simulata nato dalla collaborazione tra le scuole “Città di Luino”, Liceo Scientifico “V. Sereni” e Ucimu-Sistemi per produrre, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione e “Ecole”, la società di formazione del sistema confindustriale. Un progetto nato dall’alternanza Scuola-Impresa imposta dalla legge della Buona Scuola e che punta a far conoscere le eccellenze del settore manifatturiero italiano.

Il modulo 1 fa parte di un Progetto di eccellenza che coinvolge anche ITE “E.Tosi”, di, ISIS “A.Ponti” di Gallarate e l’ Istituto Salesiano “Beata Vergine” di Bologna, coordinate con la nostra scuola tramite Maria Corinna Binda,UST di Varese.

“La collaborazione con le scuole – precisa Alfredo Mariotti, Direttore di UCIMU – consente di creare con i ragazzi una relazione destinata a durare nel tempo, plasmando quelle competenze necessarie alle imprese che continuano a vincere in un contesto sempre più globale grazie alla qualità dei propri prodotti”

“Il tema delle competenze è centrale anche per il mondo della scuola e promuovere attività di questo tipo ne favorisce lo sviluppo tramite nuove modalità didattiche e un sistema di collaborazione tra imprese e realtà scolastica”, concordano le dirigenti scolastiche Lorena Cesarin e Maria Luisa Patrizi che nel luglio 2016 hanno colto l’invito della dottoressa Ghiringhelli promotrice del progetto e membro del Comitato Tecnico Scientifico delle due scuole, alla quale va un ringraziamento particolare da parte del Liceo Sereni per aver proposto – è il primo anno – ad Ucimu anche una classe del liceo scientifico e da parte del Città di Luino per la collaborazione decennale nei molti progetti professionalizzanti.

La didattica per competenze sarà la metodologia utilizzata anche nel proseguo del progetto: “Dopo aver visto l’entusiasmo dei ragazzi e la qualità dei loro prodotti non possiamo fermarci – conclude Davide Della Bella, Direttore di ECOLE -, stiamo già progettando i prossimi moduli che permetteranno di sviluppare lavori su temi quali l’Industria 4.0 o le tecnologie additive la cui applicazione sarà la base del successo professionale dei ragazzi e delle imprese con cui collaboreranno”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127