EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
8 Marzo 2017

Dal primo aprile chiusura notturna per la dogana di Ponte Cremenaga

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La notizia era nell’aria già da qualche mese e aveva suscitato polemiche, tra cui l’intervento del sindaco di Cremenaga Domenico Rigazzi, che chiedeva a gran voce di non chiudere il valico di Ponte Cremenaga. Oggi, invece, arriva l’ufficializzazione del progetto pilota: dal primo aprile, per la durata di sei mesi, i tre valichi di confine secondari di Novazzano-Marcetto, Pedrinate e Ponte-Cremenaga rimarranno chiusi dalle 23 alle 5.

(Foto © Wikimedia Commons)

Dal primo aprile chiusura notturna per la dogana di Ponte Cremenaga. Per la durata di sei mesi, a partire dal prossimo primo aprile, sarà introdotta in Ticino la chiusura notturna (ndr, dalle 23 alle 5) di tre valichi secondari di confine tra Svizzera e Italia: Novazzano-Marcetto, Pedrinate e Ponte Cremenaga. Questo progetto pilota è legato ad una mozione della Consigliera nazionale Roberta Pantani e l’obiettivo è quello di raccogliere informazioni sugli effetti concreti di una simile misura. Le valutazioni svolte a livello federale e cantonale – in base a criteri di legati alla sicurezza e ai volumi di traffico transfrontaliero – hanno permesso di identificare nel Sottoceneri tre valichi idonei per l’avvio di una fase di sperimentazione, che comporterà la chiusura notturna al transito per un periodo di sei mesi.

Il numero di autovetture che transitano nei tre valichi. Grazie a un monitoraggio dei transiti notturni attraverso i tre valichi interessati dalla misura, è stato in particolare possibile constatare che la media dei passaggi infrasettimanale si attesta a circa 90 veicoli, con punte di 242 a Ponte Cremenaga; nel fine settimana il valore sale a circa 110 veicoli. La percentuale di veicoli svizzeri si attesta attorno al 20% del transito totale.

La collaborazione tra Copro Guardie di Confine e Polizia cantonale. L’attuazione della misura sarà affidata al Corpo Guardie di Confine, che – con la collaborazione della Polizia cantonale – provvederà alla chiusura e alla riapertura dei tre punti doganali. Anche durante le ore in cui i valichi saranno chiusi, è previsto un monitoraggio attraverso sistemi di video-sorveglianza, a garanzia della sicurezza della popolazione residente nei dintorni. Alla fine del progetto pilota verrà effettuata una valutazione che permetterà, in particolare, di individuare gli effetti di tale misura sulla lotta alla criminalità transfrontaliera e sui flussi di traffico.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127