25 Febbraio 2017

Una sera a lume di candela, gran successo a Luino e Germignaga per “M’illumino di meno”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Piove, piove, la gatta non si muove…” recita una antica filastrocca. Alla serata “M’illumino di meno”, tenutasi presso la Chiesa Metodista di Luino e l’ex Colonia elioterapica di Germignaga, è stato presentato il progetto Equostop e non c’erano gatti, ma molte candele e persone, in segno di manifesta sensibilità nei confronti del risparmio energetico. Pienone anche per la serata germignaghese: per noi c’era Alessandro Cappello, che ha scattato alcune foto dell’evento.

Luino,"M'illumino di meno": presentato il progetto EquoStop a lume di candela

Una foto della serata alla Chiesa Metodista di Luino

Una sera a lume di candela, gran successo a Luino e Germignaga per “M’illumino di meno”. All’arrivo, si percepisce fermento tra le mura della Chiesa Metodista di Luino, illuminate ancora per poco dalle luci artificiali, prima di dare il via alla serata a lume di candela. Tutti vivono questo fermento, come il momento in cui ci accingiamo a partecipare ad una festa. Nella cucina, al piano inferiore, si stanno svolgendo gli ultimi preparativi: chi abbellisce i piatti degli aperitivi che saranno serviti poco dopo, chi coordina i lavori e chi intrattiene tutti quanti con qualche battuta, mentre, al piano superiore, nel salone allestito per la cena vengono posizionate con cura le ultime candele, accolti tutti gli ospiti, tra cui alcune rappresentanze istituzionali come l’assessore luinese Alessandra Miglio ed il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera. A richiamare l’attenzione e ad introdurre ufficialmente “M’illumino di meno” sono le parole della pastora Lidia Maggi: “Questo è un momento per ricordare che siamo persone e che, in quanto tali, abbiamo bisogno di comunicare e condividere”, proprio facendo riferimento al tema della serata “Ogni condivisione genera energia”. “In questa società eccessivamente individualista è importante tornare ad apprezzare il piacere della condivisione, che sia di risorse, progetti, pane o sorrisi”. Conclude poi Maggi.

Risorse, pane, progetti e sorrisi. Le tavole erano in parte già allestite mentre l’ingegner Gianfranco Malagola presenta il progetto EquoStop, un’idea che unisce territorio, relazione, fiducia e custodia. Attenti i presenti, tutti incuriositi verso questa iniziativa di cui forse avevano già sentito parlare, ma che ha interessato e toccato la sensibilità di ciascuno, facendolo sentire responsabile di quel mondo che siamo chiamati a proteggere. Al termine della presentazione di Malagola, anche l’ultimo bagliore artificiale del proiettore è stato spento, per lasciare spazio alla condivisione di idee, di pareri e semplicemente di una piacevole cena a lume di candela.

Pienone anche per la serata all’ex Colonia elioterapica di Germignaga. Grande soddisfazione anche per la splendida serata a lume di candela, svoltasi Germignaga, dove la condivisione della cena e la sensibilizzazione alla sostenibilità hanno fatto da padrone. Come alla Chiesa Metodista di Luino, anche qui la serata si è svolta convivialmente ed è stato presentato il progetto “Equostop”, circa 150 i partecipanti, per una Colonia elioterapica delle grandi occasioni. Insieme al sindaco di Germignaga, Marco Fazio, è intervenuto anche l’ssessore Matteo Mantovani.

Vi riportiamo una galleria fotografica di Alessandro Cappello.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127