4 Febbraio 2017

Il Basker Verbano infila un’altra doppietta: questa sera big match contro Caronno

Tempo medio di lettura: 3 minuti

(Omar Valentini) Le prime settimane del 2017 hanno costretto il Basket Verbano ad un vero e proprio tour de force, per ora vissuto con autorità e con il conseguimento di risultati brillanti (unica pecca la sconfitta rocambolesca subita a Gazzada nella prima giornata di ritorno del Torneo Uisp). Il meglio deve però ancora venire: dopo le due vittorie raccolte fra martedì e giovedì, la squadra di coach Manfrè dovrà ora concentrarsi sulla partita che andrà in scena questa sera alle ore 20 contro Caronno, nel recupero della terza giornata del campionato di Prima Divisione, originariamente rinviata per problemi alla palestra di via Menotti.

Torneo Uisp: Basket Verbano-Trigliceridi 88-65 (37-31). La partita di martedì contro i Trigliceridi ha rappresentato di fatto un allenamento in vista degli impegni successivi: i ragazzi guidati da Gianluca Tina si sono imposti senza patemi contro un avversario di livello inferiore, ma combattivo fino a metà partita. Dopo un buon inizio (12-2 al 5’) i luinesi si sono rilassati, abbassando l’intensità difensiva e permettendo agli ospiti di tornare in scia e restare a contatto. Le buone iniziative personali del tandem Viganò-Hernandez (26 punti per il primo e 19 in una manciata di minuti per il secondo) hanno comunque permesso al Verbano di controllare sempre il punteggio, e quando nel secondo tempo è salito l’apporto offensivo e difensivo di Vitella, Peruzzi e Valentini le distanze si sono definitivamente ampliate. L’ultimo quarto di gioco si è rivelato una formalità, con il Verbano che ha aumentato la propria percentuale offensiva (soprattutto dall’arco dei tre punti) e ha sperimentato nuovi assetti tattici, concedendo minuti importanti all’ottimo Boccialoni, sempre più utile nell’economia della squadra.

Basket Verbano: Valentini 13, Peruzzi 7, Caniato 1, Sangiovanni 5, Hernandez 19, Vitella 11, Viganò 26, Balzano, Tina 2, Boccialoni 4.

Trigliceridi: Romboli 5, Fernandez 14, Carlesso 5, Costeloe 4, Favretto 9, Pedetti 16, Catalani 5, Bournas 4, Giamberini 3.

Prima Divisione: Basket Verbano-Origgio 66-38. Di tutt’altra importanza la partita di giovedì sera contro Origgio, penultima di andata di Prima Divisione, campionato in cui è vietato rilassarsi e concedere punti alle avversarie. Fuori Viganò e Peruzzi, dentro Scalise, Manfrè e Melli: questo l’assetto con cui si presenta il Verbano alla palla a due, in un momento in cui le rotazioni fra i giocatori sono fondamentali a causa del calendario fitto d’impegni. La partenza non è delle migliori: dopo l’illusoria bomba di Caniato al termine della prima (bella) azione d’attacco, i bianco blu si rivelano troppo leggeri e rilassati, privi della giusta attenzione su ambo i lati del campo. Gli ospiti ne approfittano per dare vita ad una partita combattuta, almeno nelle prime battute, trovando punti importanti in penetrazione e da pick and roll, sfruttando la scarsa cooperazione fra i padroni di casa. P.G. Manfrè ruota tutta la panchina già nei primi 5 minuti, proprio per dare un segnale forte che viene subito colto dai ragazzi: dopo il primo quarto in equilibrio infatti, il Verbano dà uno scossone alla gara. Manfrè si scatena con un perfetto 3/3 dai 6,75 (100% di squadra dalla lunga distanza all’intervallo), la difesa inizia a funzionare e i luinesi riescono così a dare lo strappo decisivo alla gara, e al 20’ il margine di 16 punti è già rassicurante.

Nella seconda frazione il ritmo non scende, ma aumentano le palle perse da una parte e dall’altra, e lo spettacolo di certo non ne beneficia (anche a causa dell’arbitraggio molto permissivo del fischietto Mainetti). I padroni di casa però allungano ancora grazie alle combinazioni sull’asse Manfrè-Scalise (quest’ultimo in continua e progressiva crescita), e il divario supera abbondantemente le venti lunghezze; a mettere il punto esclamativo è Caniato, che nell’ultimo periodo sfodera tutto il suo strapotere atletico per punire ripetutamente in penetrazione la compagine ospite, che alza definitivamente bandiera bianca siglando la miseria di 38 punti complessivi.

Ora l’attenzione si sposta sul big match di questa contro Caronno: appaiate a pari punti in vetta al campionato, le due squadre si sfideranno per il primato provvisorio nel Girone 2. Sarà il primo esame di maturità per la squadra di Manfrè, chiamata ad una bella conferma sul campo.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127