26 Gennaio 2017

Pancia piatta? Semi di zucca e carciofi tra i cibi consigliati

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Avere la pancia piatta è da sempre un vostro obiettivo? Secondo la nutrizionista Cassandra Barns combattere il gonfiore e una cattiva digestione, si legge sul ‘Mail online’, è possibile inserendo nella dieta 10 alimenti.

Pancia piatta? Semi di zucca e carciofi tra i cibi consigliati

(pourfemme.it)

Pancia piatta? Semi di zucca e carciofi tra i cibi consigliati. Ecco quali sono gli alimenti consigliati per aiutare il nostro organismo e la nostra silhouette:

Aglio – “Ha potenti proprietà antibatteriche e antifungine” dice Cassandra che sottolinea: “Può aiutare a mantenere sotto controllo eventuali batteri cattivi nell’intestino e può anche essere utile a tenere sotto controllo la candida intestinale”.

Carciofi – “Questa verdura è ricca di inulina, una fibra alimentare che ha un effetto prebiotico, cioè in grado di stimolare la crescita di batteri buoni nel nostro intestino”, afferma l’esperta.

Kimchi – E’ un piatto tradizionale coreano fatto di verdure fermentate (crauti o simili) con spezie. “Contiene naturalmente batteri intestinali amici, in pratica un probiotico naturale”, afferma la nutrizionista aggiungendo: “Se pastorizzato però questi batteri vengono uccisi, quindi occhio all’etichetta”.

Zenzero – “E’ uno stimolante, aiuta a velocizzare i processi digestivi, aumenta la produzione di succhi gastrici e diminuisce l’acidità – afferma la nutrizionista – Può anche contribuire ad alleviare la nausea. Può essere messo in stufati, fritture, zuppe, passati di verdura o grattugiarlo sull’insalata. Il tè caldo fatto con zenzero fresco grattugiato è un fantastico digestivo”.

Avena – Per un intestino sano le fibre sono fondamentali. Rispetto alla crusca di frumento, non totalmente digeribile quindi non adatta a tutti, “l’avena è una fonte di fibre più delicata. Inoltre aiuta ad abbassare il colesterolo e a controllare gli zuccheri nel sangue”.

Aceto di mele – “Contrariamente a quanto si pensi di solito, è più comune avere troppo poco acido nello stomaco che averne troppo. Avere una bassa acidità di stomaco può causare molti dei problemi che le persone associano con l’indigestione, come rutti, nausea e persino sintomi di bruciore di stomaco”, sottolinea l’esperta che aggiunge: “Prendere un cucchiaio di aceto di mele in una piccola quantità di acqua prima di un pasto può aiutare a bilanciare i livelli di acido dello stomaco. Tuttavia è meglio non farlo se si stanno già assumendo farmaci per ridurre l’acidità di stomaco”.

Miso – “Come i crauti e il kimchi, questo preparato contiene batteri naturali ‘amici’, come i fermenti, che possono aiutare l’intestino e la digestione – dice la Barns ‘- come per il kimchi, anche in questo caso è importante che non sia pastorizzato”.

Rucola e crescione– “Il gusto amaro può contribuire a stimolare i succhi gastrici così come il flusso della bile dal fegato”, afferma l’esperta. “La bile aiuta a emulsionare e digerire i grassi e ha una parte importante nell’assorbimento delle vitamine A ed E”.

Brodo di ossa – “Utilizzato fin dall’antichità, viene preparato con avanzi di carne o pesce e fatto bollire per almeno 8-12 ore. Un procedimento che lo rende molto nutriente. La gelatina delle ossa ha una funzione importantissima a livello intestinale e per la ricostituzione della normale flora batterica residente”.

Semi di zucca – “Sono una grande fonte di zinco, vitale per la buona salute dell’intestino. Venivano utilizzati anche come rimedio contro i parassiti”. (ADNKRONOS)

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127