16 Novembre 2016

Venerdì a Germignaga l’incontro “Tolleranza e generosità come base di una vita armoniosa”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Una conferenza pubblica, presso l’ex Colonia elioterapica di via Bodmer 20 a Germignaga, con Ghesce Tenzin Tenphel, che si terrà venerdì sera, 18 novembre a partire dalle ore 20. Introdurrà l’incontro il sindaco di Germignaga Marco Fazio, in una straordinaria occasione di apprendimento della Saggezza millenaria del Buddha attraverso consigli pratici di un Lama Tibetano.

Venerdì a Germignaga l’incontro “Tolleranza e generosità come base di una vita armoniosa”. “Osservando noi stessi possiamo dire di essere alla continua ricerca della felicità – spiega il Lama Tibetano Ghesce Tenzin Tenphel -. Non vogliamo la sofferenza, né quella fisica, né quella mentale. Cerchiamo la fonte della felicità in tanti modi: chi nelle cose, chi nelle relazioni con gli altri, chi nel proprio io. Cerchiamo la felicità nella torta al cioccolato, nell’acquisto di un paio di scarpe, nel vincere sugli altri, nella propria immagine, nel possesso di oggetti. Eppure la felicità non dura, è effimera, ci scappa non appena crediamo di averla acchiappata”.

Come possiamo fare, alla fine, ad entrare in uno stato di felicità vera, duratura e sostenibile? Ghesce Tenzin Tenphel, guida spirituale del più importante Centro Buddhista in Europa, l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia, in provincia di Pistoia, ci offre la sua visione su come creare le fondamenta per una duratura felicità. La saggezza millenaria del Buddha, la ricerca meticolosa degli eruditi indiani e tibetani attraverso i secoli su come funziona la mente degli esseri, ci può dare punti di vista nuovi e stupefacenti per capire meglio cos’è la felicità e il suo opposto, la sofferenza. E su come individuare le cause di entrambi e, più importante ancora, su come abbandonare l’una e coltivare l’altra.

Ghesce Tenzin Tenphel ci esporrà come specialmente la generosità e la tolleranza possano dare la spinta ad una visione positiva del mondo e della propria esistenza. Possiamo apprendere come tutti gli esseri siano interconnessi, interdipendenti, dipendenti uno dall’altro. Ed è qui che troviamo le prime tracce di una via che porta alla felicità: vedere in modo chiaro come la nostra felicità dipenda dalla felicità degli altri, che non può esistere una propria felicità basata sulla sofferenza degli altri. Ed è qui che tutti i messaggi più importanti di tutte le filosofie e religioni convergono: non può esserci felicità duratura per nessuno finchè esiste ancora un solo essere sofferente.

L´evento, organizzato dall’Associazione AISU di Luino, è stato possibile realizzarlo grazie alla collaborazione del Comune di Germignaga, che ha patrocinato l’evento, e alle tante persone e commercianti del territorio, che hanno contribuito sia nell’allestimento della location che in altre collaborazioni.

Ghesce Tenphel è nato a Domo (Tibet), vicino a una provincia del Sikkim, stato federato dell’India, in una famiglia nomade di agricoltori. Nel 1959, a causa dell’invasione cinese del Tibet, la famiglia fuggì nel Sikkim e più tardi emigrò nel sud dell’India. Ghesce Tenphel divenne aspirante monaco all’età di nove anni, ma continuò a studiare nella locale scuola statale indiana, memorizzando le scritture buddhiste durante le sue vacanze. A 17 anni ottenne dalla famiglia il permesso di entrare nell’ Università monastica di Sera Je (trasferita dal Tibet nel sud dell’India), dove completò i 21 anni di formazione tradizionale scolastica. Ghesce Tenphel si è laureato con lode nel 1994, ottenendo il diploma universitario di Ghesce Lharampa, il dottorato più alto del buddhismo tibetano conferito nella tradizione Ghelug. In seguito ha studiato i tantra per un anno, nel collegio tantrico del Gyu-To, prima di essere invitato a partecipare a un tour internazionale dei monaci di Sera Je. Nel 1997 ha guidato, a Sera Je, un gruppo di monaci specializzati nelle pratiche meditative e rituali connesse alla divinità di meditazione Hayagriva. Dal 1998 è Maestro residente dell’Istituto Lama Tzong Khapa, dove tiene numerosi corsi di buddhismo, brevi e di media durata (aperti a tutti), e lezioni sui trattati canonici nei diversi programmi di studio proposti dall’Istituto.

Per ulteriori informazioni consultare il sito internet iltk.org.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127