3 Novembre 2016

Germignaga, sabato un viaggio nel mondo dei gitani con la mostra di Sara Gambelli

Un viaggio a Les Saintes-Maries-de-la-Mer sarà quello che regalerà la fotografa Sara Gambelli a partire da sabato, ore 17.30, quando verrà inaugurata la sua mostra personale presso l’ex Colonia terapeutica di Germignaga. Avevamo intervistato Sara qualche mese fa e ci aveva già raccontato di questa sua esperienza, che ora sarà possibile visitare fino al 13 novembre.

14918819_10155109302426030_9039612541122788880_o

Germignaga, sabato un viaggio nel mondo dei gitani con la mostra di Sara Gambelli. Ogni anno a Les Saintes-Maries-de-la-Mer, un piccolo borgo nella terra dei fenicotteri rosa nel sud della Francia, si celebra una magia. E’ la magia di un incontro e di un dialogo non sempre facile. Il 24 maggio la statua di una santa mai beatificata dalla Chiesa Cattolica viene portata in processione verso il mare da una strana folla scortata da cavalieri in cui si confondono Rom, Sinti, Manouches, Kale, prelati, turisti, curiosi e musicisti.

La protagonista di tanta devozione è Sarah la Nera, patrona di tutti i gitani, che secondo la leggenda più accreditata salvò dal naufragio la zattera senza vele e senza remi su cui viaggiavano Maria Salomé e Maria Jacobé in fuga dalla Palestina. E’ un giorno di festa in bilico tra il sacro e il profano, dove il pathos della processione è smorzato da musiche, canti e balli che finiscono solo a notte fonda.

Se si accetta come chiave di lettura del Pellegrinaggio l’Erranza in tutte le sue declinazioni, sarà più semplice capire come mai il 24 maggio di ogni anno sulle coste della Camargue ci si sente tutti un po’ Gitani. Dai quattro angoli di Europa, infatti, non accorre solo la “Gens du Voyage” per festeggiare la santa Patrona, ma anche una moltitudine di viaggiatori di ogni estrazione sociale e provenienza. Che lo facciano per devozione o anche per semplice curiosità il risultato non cambia: il flusso della processione è terapeutico per chiunque. Nessuno può sfuggire a quell’incantesimo che si chiama condivisione.

“Per chi viaggia l’incontro con l’altro, con il diverso, avviene sempre in una sorta di terra di nessuno, dove i gesti e i pensieri trovano spazi comuni di comprensione – racconta la fotografa Sara Gambelli -. Il viaggio verso determinate mete riabilita e purifica l’uomo che lo compie, liberandolo dai pregiudizi che troppo spesso sono gli ostacoli maggiori al dialogo. Santa Sarah mi ha avvolto nel suo abbraccio e tutto ciò che porto a casa ogni anno, prima ancora delle fotografie, è una sorta di prurito al cuore, un’ansia di mobilità che mi spinge a tornare ancora e ancora in cammino sulle strade di Francia”.

Vi invitiamo a partecipare all’inaugurazione o anche solo di far un salto alla mostra per osservare con i vostri occhi questa tradizione così affascinante. Sara vi aspetta per raccontarvi gli aneddoti che ha vissuto in prima persona.

“Spirito Gitano – La magia del Pellegrinaggio di Saintes-Maries-de-la-Mer”, che ha anche il patrocinio del comune di Germignaga, è visitabile gratuitamente sabato e domenica dal 5 al 13 novembre, sabato e domenica dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 18 alle 22. Dopo l’inaugurazione, invece, sabato 5 novembre, ci sarà il concerto de “La Bandela del Ghezz” al quale seguirà un aperitivo.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127