2 Novembre 2016

“Piccoli Brividi” a Brezzo di Bedero, ma per Halloween i bambini tornati a casa senza paure

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Brezzo di Bedero non ha paura di Halloween. La cooperativa sociale EducarTe, in collaborazione con il Comune di Brezzo di Bedero, ha organizzato “Piccoli Brividi” una serata per tutti, che ha coinvolto ieri grandi e piccini, streghe e fantasmi, in un’atmosfera coinvolgente che non ha risparmiato neppure la cittadinanza.

“Piccoli Brividi” a Brezzo di Bedero, ma per Halloween i bambini tornati a casa senza paure. “Dolcetto o scherzetto”, una tradizione ormai per tanti bambini che in ogni festa di Halloween che si rispetti è protagonista. A Brezzo di Bedero ieri partendo da via Roma fino al centro culturale “Casa Paolo”, messo a disposizione dal comune di Brezzo di Bedero, è iniziata così la festa organizzata da EducarTe, per la ricorrenza più spaventosa dell’anno, con una sfilata in paese per l’occasione. Giunti a “Casa Paolo” la cinquantina di bambini presenti hanno ascoltato il racconto “Mostro Peloso”, interpretato da Sara Calò, educatrice di EducarTe, che si è trasformata in strega per l’occasione. Micol Rossati ha accompagnato la narrazione con un arrangiamento al pianoforte, regalando ai bambini quel tocco di magia e brivido che solo la musica sa dare. Insomma, racconto, musica e travestimenti nella notte, dove cui le paure dei bambini prendono vita. Ma gli educatori Sara Calò e Andrea Ghiringhelli hanno pensato a tutto, perché quelle paure non sono tornate a casa con i bambini. Ad ognuno di loro è stato chiesto di stringere in mano un pezzo di carta colorata, pensando alla loro paura più grande. Dai bambini al foglio, e la paura è finita immersa in una ampolla con liquido magico che, in seguito l’ha sciolta, lasciando il foglio completamente bianco.

“La cosa su cui vorrei porre l’accento è la partecipazione della cittadinanza che non solo ha aderito all’iniziativa, ma si è proposta attivamente nel realizzare un momento speciale – spiega Sara Calò -. Ho apprezzato molto la risposta positiva dei genitori: si sono detti contenti dell’iniziativa e felici nel vedere che i bimbi si sono divertiti”.

La cooperativa EducarTe, oltre a questo, promuove e gestisce anche il progetto di orticultura “Young Farmer”, in cui i giovani possono sperimentarsi come agricoltori. Alcune zucche usate come ornamento per la serata, sono state coltivate, raccolte e decorate dagli stessi ragazzi che hanno partecipato alla serata. EducarTe al 100%.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127