29 Settembre 2016

Roma 2024, scintille e scontri per la mozione sul “no” alla candidatura

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Clima subito acceso in Campidoglio dove è in corso il Consiglio straordinario dedicato alle Olimpiadi e che dovrebbe ratificare il ‘no’ alla candidatura di Roma deciso dal sindaco Virginia Raggi. A scatenare subito polemiche un ordine del giorno approvato dall’assemblea capitolina, presieduta da Marcello De Vito di M5S, che impedisce interventi esterni, vietando di fatto di prendere la parola alla coordinatrice del Comitato Olimpico, Diana Bianchedi, giunta in aula Giulio Cesare appositamente per la seduta dedicata ai Giochi.

ANSA/GIUSEPPE LAMI

ANSA/GIUSEPPE LAMI

Roma 2024, scintille e scontri per la mozione sul “no” alla candidatura per le Olimpiadi. Un incontro movimentato quello che si sta svolgendo a Roma, dopo che l’Assemblea capitolina, a maggioranza M5S, ha stabilito, votando l’ordine dei lavori, che non ci sarebbero stati interventi esterni. La discussione in Aula sulle Olimpiadi “prevede interventi di 2 ore e 30 per le opposizioni e 30 minuti per la maggioranza. Venti minuti di intervento della giunta nella persona del vicesindaco. Questo senza interventi esterni che non siano consiglieri”, aveva poco prima spiegato il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito, di M5S. La decisione ha impedito di fatto l’intervento della coordinatrice Bianchedi, che a quel punto ha ‘improvvisato’ una conferenza nella sala stampa. Questo ha provocato l”occupazione’ di fatto da parte di cameramen e fotografi della sala stampa, costringendo parte dei cronisti, a causa della ressa, a spostarsi dalle postazioni dei pc. Per consentire di svolgere l’intervista sono stati spenti i televisori da cui si segue la diretta dei lavori d’aula. La situazione ha portato all’intervento dell’ufficio stampa del Campidoglio, e non sono mancate ‘scintille’ con alcuni rappresentanti del Coni presenti, contrariati per essere stati interrotti durante l’intervista.

Decide Beppe Grillo? Chiedetelo al sindaco Raggi. “Se sia stato Beppe Grillo a decidere il ‘no’ alla candidatura di Roma alle Olimpiadi 2024? Dovete chiederlo alla sindaca” ha detto la coordinatrice Bianchedi nel corso delle dichiarazioni rilasciate ai giornalisti. A chi le chiedeva un commento sull’assenza della sindaca Raggi in Aula, dove è invece presente il vicesindaco e assessore allo Sport Daniele Frongia, Bianchedi ha risposto: “Io oggi mi rivolgevo ai consiglieri perché la sindaca ha espresso già la sua opinione. Gli si chiede di mettere la firma su un progetto che non conoscono. Si dice che sono Olimpiadi del mattone, ai consiglieri dico: non avete la curiosità di capire quanto sono gli impianti nuovi, se due come dico io o dodici come dicono gli altri? È un obbligo morale andare a vedere quel dossier, è vero il dossier è in inglese ma abbiamo consegnato anche una versione in italiano. Il primo punto è questo: probabilmente è solo per colpa mia se siamo arrivati oggi a questa discussione – ha aggiunto Bianchedi – perché quando ho consegnato il 19 luglio tutta la documentazione con le proposte del dossier da consegnare il 7 ottobre, avevo dato per scontato che questi documenti sarebbero stati passati a chi avrebbe dovuto decidere. Questo non è stato”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127