2 Settembre 2016

Charlie Hebdo scherza sulle vittime del terremoto. Le reazioni

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Torna a far discutere Charlie Hebdo, il periodico satirico francese attaccato da un commando jihadista il 7 gennaio 2015, che dopo il sisma che ha devastato il Centro Italia è uscito in edicola con una vignetta che sta già sollevando un polverone di polemiche. L’illustrazione satirica, che ha iniziato a circolare sui social, mostra alcune vittime del terremoto sporche di sangue e la didascalia “Sisma all’italiana: penne al pomodoro, penne gratinate e lasagne”, mostrando, nell’ultima immagine, diversi corpi schiacciati dalle macerie. Immediato lo sdegno della rete, dove decine di utenti hanno condannato la vignetta etichettandola come “agghiacciante”, “di cattivo gusto”, “immondizia” e “cattiva”.

charlie hebdo

Charlie Hebdo scherza sulle vittime del terremoto. Le reazioni. “Terremoto all’italiana: penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne”, questa la vignetta pubblicata dall’ultimo numero di Charlie Hebdo. Vi si mostrano vittime del sisma sporche di sangue. L’ultima, (“lasagne”), presenta diverse persone sepolte da strati di pasta. La vignetta sul terremoto è pubblicata nell’ultima pagina del numero in edicola di Charlie Hebdo, che ha in copertina una vignetta sul “burkini”. Nella stessa ultima pagina della vignetta sul sisma, il drammatico tema della sciagura in Italia viene affrontato in un colonnino con una serie di battute: “Circa 300 morti in un terremoto in Italia. Ancora non si sa che il sisma abbia gridato ‘Allah akbar’ prima di tremare”.

“Ma come cazzo si fa a fare una vignetta sui morti! Sono sicuro che questa satira sgradevole e imbarazzante non risponde al vero sentimento dei francesi”, ha commentato il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi. “Ben venga l’ironia, ma sulle disgrazie e sui morti non si fa satira – ha aggiunto – e sapremo mostrare come il popolo italiano sia un grande popolo, lo è stato nell’emergenza e lo sarà nella ricostruzione”.

Immediato e unanime lo sdegno. “La vignetta è vergognosa e indegna. Come il mondo intero non ha aspettato un attimo ad esprimere vicinanza, in maniera forte e concreta, dopo la drammatica strage nella redazione del giornale satirico francese, così oggi ci aspettiamo che la Francia, a partire dalle sue istituzioni, prenda le distanze da una vignetta che rinnova il dolore nelle tante famiglie italiane che hanno subito il grave lutto del terremoto. Servono le scuse”, quanto dichiara il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi “Non fa ridere, non è sagace, non c’è neppure del “sarcasmo nero”. È solo brutta. Si vede che l’ha fatta un cretino. Mi spiace non siano riusciti più a trovare vignettisti capaci”, scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “E’ ignobile e offensiva per i nostri morti del terremoto. Questa non è satira ma spazzatura”, afferma su Twitter Barbara Saltamartini, vice capogruppo alla camera della Lega Nord-Noi con Salvini. “Squallida e volgare”, afferma Elvira Savino, deputata di Forza Italia.

Insomma, una vignetta molto particolare… che ha creato non poche reazioni contrastanti. Voi che ne pensate?

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127