18 Luglio 2016

Usa, un’altra sparatoria a Baton Rouge: tre agenti uccisi ed altri tre feriti. “Killer ucciso”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Spari a Baton Rouge, in Louisiana, contro la polizia. Il bilancio della sparatoria è di tre agenti uccisi e tre feriti. Si è trattato di un’imboscata contro gli agenti, avvenuta non lontano dal quartier generale della polizia. A sparare, con un fucile d’assalto, sarebbe stato un uomo vestito di nero con il volto coperto. Baton Rouge è il luogo dove lo scorso 5 luglio è stato l’ucciso l’afroamericano Alton Sterling.

(ANSA/AP Photo/Max Becherer)

(ANSA/AP Photo/Max Becherer)

Usa, un’altra sparatoria a Baton Rouge: tre agenti uccisi ed altri tre feriti. “Killer ucciso”. Tre poliziotti uccisi e altri tre feriti, di cui uno grave, in uno scontro a fuoco avvenuto prima delle 9 locale (le 16 in Italia) a Baton Rouge in Louisiana. Secondo la rete Cbs il killer è il 29enne afroamericano Gavin Long di Kansas City. Le vittime sono due agenti di 41 e 32 anni ed un vice sceriffo di 45. I feriti sono tre: un 41enne grave e due agenti di 41 e 51 anni che non sono considerati in pericolo di perdere la vita.

Il capo polizia dello Stato, Mike Edmondson, ha spiegato che “le indagini ancora in corso” ma che “non ci sono altre sparatorie in corso”. Edmondosn ha aggiunto che “l’uomo che ha ucciso gli agenti è stato eliminato”. Sarebbe dunque stata l’azione di un singolo uomo armato non aiutato da due complici in fuga, come inizialmente riferito dall’ufficio dello sceriffo locale. Sempre a Baton Rouge il 5 luglio scorso venne ucciso il nero disarmato, Alton Sterling, da parte di due agenti bianchi, episodio che ha alimentato nuovamente la tensione tra bianchi e neri in tutti gli Stati Uniti.

La situazione, comunque, è piuttosto confusa anche perchè la polizia di Baton Rouge aveva detto all’emittente locale WAFB che “uno degli aggressori” dei poliziotti è stato ucciso, ma altri due sono in fuga e uno dei due si è asserragliato in un edificio”. Nell’imboscata ai poliziotti, inoltre, secondo le prime dichiarazioni si parlava di “diverse armi” utilizzate. Spari “sono avvenuti sia all’interno che all’esterno”. La polizia ha anche cercato eventuali esplosivi sul posto.

Si tratta dell’ennesimo episodio di violenza contro la polizia che fa seguito all’uccisione, il 5 luglio scorso, di Alton Sterling, 37enne nero e padre di 4 figli, che stava vendendo cd di fronte a un piccolo alimentari quando è stato raggiunto da due poliziotti bianchi, arrivati sul posto dopo una telefonata anonima al 911 in cui si indicava la presenza di un uomo armato. A chiamarli era stato un senzatetto che poco prima aveva avuto una discussione con Sterling. Quest’ultimo, infatti, infastidito dall’insistenza dell’uomo nel chiedergli dei soldi, gli aveva mostrato la pistola, ordinandogli di andarsene. Un video circolato su internet mostrava i due agenti che sparavano a Sterling dopo averlo immobilizzato a terra. Secondo un testimone, gli agenti hanno provato a bloccarlo e lo hanno poi colpito diverse volte, sia prima che dopo averlo buttato a terra. Quell’episodio ha dato il via a una serie di violente proteste culminate con la strage di Dallas due giorni dopo dove l’afroamericano Micah Xavier Johnson ha ucciso 5 agenti e ne ha feriti altri 7, mentre era asserragliato nell’edificio El Centro di Dallas. (AGI)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127