4 Luglio 2016

Lavena Ponte Tresa, la “Goletta dei laghi” di Legambiente sbarca sul Ceresio. Giovedì saranno svelati i dati

Tempo medio di lettura: 3 minuti

E’ arrivata anche sul lago Ceresio, a Lavena Ponte Tresa, la “Goletta dei laghi”, la campagna di Legambiente che da 11 anni attraversa l’Italia per monitorare la qualità delle acque, degli ecosistemi e dei territori lacustri. Oggi, infatti, sono stati effettuati i rilevamenti nelle acque e giovedì verranno presentati i dati e le strategie per migliorare la situazione. Importante novità a partire da quest’anno: per la prima volta è stata introdotta la rilevazione delle microplastiche anche nelle acque dei laghi italiani.

Lavena Ponte Tresa, la "Goletta dei laghi" di Legambiente sbarca sul Ceresio. Giovedì saranno svelati i dati

Ritorna l’annuale appuntamento con la campagna itinerante della “Goletta dei laghi” di Legambiente. Anche quest’anno la campagna itinerante di “Goletta dei laghi” di Legambiente, realizzata in collaborazione con COOU, consorzio obbligatorio degli oli esausti e Novamont, approda sui nostri laghi. L’operazione, iniziata il 27 giugno e che finirà il 24 luglio, vedrà all’opera biologi e tecnici specializzati che con l’ausilio di un laboratorio d’analisi mobile provvederanno al campionamento microbiologico delle acque e al monitoraggio dell’intero sistema lacuale. Fine di questa iniziativa la tutela del delicato equilibrio dell’ambiente lacustre, attraverso la ricerca delle principali criticità che riguardano non solo le acque, ma l’ecosistema nel complesso. Numerosi i luoghi interessati dall’iniziativa: il tour articolato su cinque regioni toccherà, infatti, ben undici laghi.

Importante passo avanti il rilevamento delle microplastiche presenti nelle acque. Da differenti anni Legambiente procede con costanza al monitoraggio dei rifiuti marini presenti su diversi fronti: partendo da quelli galleggianti, passando per i materiali spiaggiati sino all’indagine sulle microplastiche (le particelle con dimensione minore di 5 millimetri) nei mari italiani. Tali rilevazioni mostrano, come conferma la comunità scientifica internazionale, che la plastica rappresenta tra l’80 e il 90% dei rifiuti dispersi in ambiente marino e costiero. Con la crescita della consapevolezza che da questo problema le acque dolci non sono immuni, l’edizione 2016 di “Goletta dei laghi” compie un passo avanti introducendo per la prima la rilevazione delle microplastiche anche nelle acque dei laghi italiani.

Questa mattina la Goletta dei laghi è approdata sul Ceresio. Uno dei bacini interessati da questa iniziativa è il lago Ceresio. Nella mattinata di oggi sono stati, infatti, effettuati i prelievi nei punti già oggetto di controllo negli anni precedenti, al fine di valutare le condizioni in cui versa il nostro bacino e nella speranza che la situazione, non sempre rosea, possa aver visto nel corso di questo ultimo anno dei miglioramenti.

“Le acque italiane si trovano ancora oggi sotto la morsa degli scarichi inquinanti, industriale e civili – ha dichiarato Giorgio Zampetti, responsabile scientifico Legambiente –, con il 25% degli italiani che non sono serviti da un adeguato sistema di depurazione. Ad oggi inoltre circa il 60 % delle acque lacustri si trova in uno stato di qualità insufficiente rispetto ai traguardi preposti dalle direttive europee. Ritardi che, insieme a quelli sulla depurazione, oltre ad avere gravi conseguenze sugli ecosistemi lacustri, costeranno multe salate per via delle procedure d’infrazione attivate da parte dell’Europa nei confronti del nostro Paese”.

Non solo analisi e prelievi, ma fondamentale comunicazione dei risultati. Giovedì 7 luglio a Lavena Ponte Tresa, presso l'”Antica rimessa del tram” di via Ungheria 2, si terrà la conferenza stampa nel corso della quale saranno resi noti i risultati delle analisi dei prelievi effettuati in data odierna. Interverranno le Amministrazioni locali di Lavena Ponte Tresa e Porto Ceresio, oltre a Barbara Meggetto presidente di Legambiente Lombardia e Sergio Franzosi presidente di Legambiente Valceresio. L’incontro sarà un’occasione per discutere dei risultati e fare il punto sui programmi e sulle strategie da mettere in atto in vista di un miglioramento delle acque interne.

L’intero progetto gode della collaborazione scientifica di Enea (l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) e dell’università Università Ca’ Foscari di Venezia.

Lavena Ponte Tresa, la "Goletta dei laghi" di Legambiente sbarca sul Ceresio. Giovedì saranno svelati i dati

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127