29 Giugno 2016

Caso Pantani, ricorso in Cassazione dopo l’archiviazione dell’inchiesta bis relativa alla morte

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Ad annunciare il ricorso in Cassazione, dopo l’archiviazione dell’inchiesta bis sulla morte del “Pirata” è l’avvocato Antonio De Rensis, mentre la madre, Tonina Pantani pretende a gran voce di “volere la verità”.

(nextquotidiano.it)

(nextquotidiano.it)

Ricorso in Cassazione sulla morte di Marco Pantani. “Non chiedevamo che ci dessero ragione, chiedevamo di sapere la verità. E la verità ancora non ce l’hanno ancora detta. Per questo la nostra battaglia è tutt’altro che finita“. Con queste parole l’avvocato Antonio De Rensis e Tonina Pantani hanno risposto alla Procura di Rimini, che ha archiviato l’inchiesta bis relativa alla morte del Pirata, avvenuta il 14 febbraio 2004, stabilendo che il decesso del campione avvenne per overdose.

Ricorreremo in Cassazione – ha spiegato De Rensis in occasione della presentazione del film ‘Il Caso Pantani’, ieri sera al Palazzo del Ridotto – e lo faremo per illogicità delle motivazioni. Dopo anni di attesa ci ritroviamo con argomentazioni che ci lasciano basiti”. Anche mamma Tonina ha commentato la sentenza: “Il caso chiuso mi ha fatto infuriare. Più mi scontro con situazioni come queste, più mi viene voglia di andare avanti. Non ci fermeremo: voglio la verità. Spero che ora qualcuno dica quello che sa”.

Il Gip di Rimini lunedì aveva archiviato l’inchiesta bis sulla morte. Lunedì mattina, il 27 giugno scorso, il Gip di Rimini ha sciolto la riserva e ha disposto l’archiviazione dell’inchiesta bis sulla morte di Marco Pantani, trovato il 14 febbraio 2004 nella stanza del residence le Rose. Secondo l’Ansa, l’ordinanza, accogliendo la richiesta del procuratore Paolo Giovagnoli, e analizzando le questioni sollevate dall’avvocato della famiglia, Antonio De Rensis, ha concluso per l’assenza di piste da seguire per sostenere che sia stato un omicidio volontario.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127