30 Aprile 2016

L’Italia celebra oggi i 30 anni di Internet, quando fu “connessione fatale”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Era il 30 aprile del 1986 quando l’Italia inviò un semplice “Ping”, dagli Usa risposero “Ok”. E fu “connessione fatale”. Con questi due semplici comandi-messaggi, il nostro Paese infatti aprì le porte al primo collegamento a Internet.

(formulapassion.it)

(formulapassion.it)

L’Italia celebra oggi i 30 anni di Internet, quando fu “connessione fatale”. Il segnale italiano partì dall’allora Cnuce del Consiglio nazionale delle ricerche, la risposta da oltreoceano arrivò da Roaring Creak, in Pennsylvania. In quel momento l’Italia si collegò ad Arpanet, la rete statunitense antesignana di Internet, ed il “contatto” avvenne a “ben” 64KB tra la sede del Cnuce-Cnr, in via Santa Maria a Pisa, e quella di Telespazio, nella piana abruzzese del Fucino, rimbalzando attraverso il satellite Intelsat V, e da lì a Roaring Creek.

Quella connessione stabilita con Arpanet, la prima in Italia, fu la quarta in Europa, dopo quelle avvenute in Inghilterra, Norvegia e Germania. Un anno dopo, l’Italia registrò il primo dominio ufficiale con suffisso .it: “cnuce.cnr.it”. Oggi l’eredità di quella tradizione “pragmatica” nella gestione delle reti e tra le altre cose, è dell’Istituto di informatica e telematica (Iit-Cnr) presso il quale opera il Registro.it, l’anagrafe di tutti i domini made in Italy.

“Entrai al Cnuce nel settembre del 1972 come studente lavoratore ai grandi calcolatori. Avevo 20 anni e ho avuto la possibilità di lavorare con persone di altissimo profilo professionale, in un ambiente irripetibile intriso di competenze e entusiasmo. Oggi, con una punta di commozione, posso dire Sì, io c’ero” ricorda Laforenza. “Il Cnr – osserva il presidente Inguscio – è stato, è e resta un protagonista indiscusso nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Non è una semplice commemorazione ma anzi ci lancia verso il futuro. La stessa sinergia tra Cnr, Università e mondo industriale che portò alla nascita della Cep (la Calcolatrice elettronica pisana) e allo sviluppo dell’informatica pisana che oggi ricordiamo promette di essere vincente nelle nuove comunicazioni, che si baseranno sulle tecnologie quantistiche”. Visto che “una flagship sulle tecnologie quantistiche è stata appena approvata dalla Commissione europea e l’Italia è pronta a ricoprire un ruolo da protagonista” rimarca il presidente del Cnr.

L’Italian Internet Day diventa anche un film-documentario dal titolo ‘Login. Il giorno in cui l’Italia scoprì Internet’, scritto da Riccardo Luna e diretto da Alice Tomassini. (ADNKRONOS)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127