29 Aprile 2016

“Insieme Maccagno con Pino e Veddasca”: “Ecco perché non andremo a votare il ‘nuovo’ Statuto Comunale”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Verrà votato, oggi pomeriggio, durante la seduta del consiglio comunale di Maccagno con Pino e Veddasca il nuovo Statuto.La minoranza, “Insieme Maccagno con Pino e Veddasca”, formata dal capogruppo Davide Compagnoni e dalle consigliere Alessia Sartorio ed Ilaria Bottinelli, spiega, attraverso una nota stampa, la propria posizione in merito con la scelta di “non andare a votare il nuovo ‘Statuto Comunale'”. Il 12 marzo scorso il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca aveva messo online la bozza di Statuto per eventuali modifiche o suggerimenti da parte dei cittadini.

Il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca (google.com)

Il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca (google.com)

“Insieme Maccagno con Pino e Veddasca”: “Ecco perché non andremo a votare il ‘nuovo’ Statuto Comunale”. “Vogliamo rappresentare, tramite questo breve comunicato, le motivazioni politico-amministrative che ci inducono a disertare la seduta del Consiglio Comunale indetta per stasera alle 18.30 – si legge nel comunicato firmato da Davide Compagnoni, Alessia Sartorio ed Ilaria Bottinelli -. Nonostante i proclami di inizio legislatura in cui il sindaco annunciava un diverso approccio istituzionale ed auspicava una nuova epoca amministrativa basata sui concetti di partecipazione, confronto e rispetto delle differenti posizioni, abbiamo constatato nei fatti e negli atti comunali come in realtà non sussistesse alcuna sincera intenzione di aprirsi ad un minimo coinvolgimento della minoranza. Neppure nelle dinamiche comunali più elementari, diversamente da quanto accade in qualsiasi comune ‘normale’ e da come viene continuamente sbandierato con slogan da eterna campagna elettorale.

Una situazione in cui gli esponenti della minoranza, al di là delle formalità ineluttabili, non sono considerati quali ‘amministratori a tutti gli effetti’ ma solo una fastidiosa scocciatura che purtroppo va sopportata (con fatica) e dove figure politiche di primo piano, che siedono accanto al Sindaco, possono permettersi di apostrofare pubblicamente chi potrebbe avere posizioni diverse rispetto a quelle del ‘pensiero unico’.

Del resto buona parte di tali considerazioni potranno essere confermate anche da quei pochi concittadini che vengono ad assistere alle velocissime sedute consiliari; in cui ci si limita in pochi minuti a svolgere il compitino prestabilito, o meglio previsto per Legge, guardandosene bene dall’ affrontare in contraddittorio le vere problematiche del paese e/o ad informare il Consiglio sulle varie criticità che l’Amministrazione si trova periodicamente innanzi.

Tale schema è stato perpetrato anche, e diremmo addirittura, per la redazione del ‘nuovo’ Statuto Comunale. Un procedimento che – secondo una consuetudine già ampiamente collaudata in passato, ma non per questo ortodossa – si è rivelato esclusivamente interno alla maggioranza la quale, in buona sostanza, ha inteso proporre alla popolazione ed alla minoranza un testo definito preventivamente dal sindaco come il documento che, a prescindere, sarebbe stato poi votato dalla maggioranza; indipendentemente, pertanto, da qualsivoglia analisi, osservazione e/o contributo da parte di chicchessia. Quindi, a fronte di un contesto amministrativo così involuto, seppur con rammarico, non presenzieremo alla approvazione di uno statuto comunale ‘blindato’ in origine, che, peraltro, oltre alle nostre, ha ricevuto ampie critiche anche da parte di forze politiche notoriamente vicine al Sindaco”. 

Si chiude così la nota stampa inviatadal capogruppo di “Insieme Maccagno con Pino e Veddasca”, Davide Compagnoni, e dalle consigliere Alessia Sartorio ed Ilaria Bottinelli.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127