13 Aprile 2016

Questa sera per Elisa Maffenini la “battle” di “The Voice of Italy”. L’intervista: “Un privilegio lavorare con la Carrà”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Per Elisa Maffenini, cantante della Provincia di Varese, la passione per la musica ha contraddistinto la sua vita. L’obiettivo di questa sera, dopo aver superato i provini e la “blind audition” di “The Voice of Italy”, sarà quella di superare la “battle” contro le compagne-sfidanti del team Carrà. Noi siamo andati ad intervistarla per farci spiegare cos’ha provato ad entrare a far parte del “talent show” musicale di RaiDue e come si sta preparando alla puntata di questa sera, in onda a partire dalle 21.15.

Elisa Maffenini, impegnata questa sera nella "battle" di "The Voice of Italy". Ore 21.15 su RaiDue (Foto Piero Cruciatti / LaPresse)

Elisa Maffenini, impegnata questa sera nella “battle” di “The Voice of Italy”. Ore 21.15 su RaiDue (Foto Piero Cruciatti / LaPresse)

Questa sera per Elisa Maffenini la “battle” di “The Voice of Italy”. L’intervista: “Un privilegio lavorare con la Carrà”. Dopo le grandi sorprese e i colpi di scena della scorsa settimana, torna alle 21.15 su RaiDue “The Voice of Italy”. Dallo Studio 2000 di Via Mecenate a Milano saranno momenti delicati quelli che vivrà questa sera Elisa Maffenini, concorrente di Cuveglio, del Team Carrà, che dovrà sfidare due compagne-sfidanti per passare il turno e continuare a sognare. Raffaella Carrà, Dolcenera, Emis Killa e Max Pezzali già nella scorsa puntata hanno dovuto far scontrare tre talenti della propria squadra e soprattutto decidere chi di loro fare accedere ai Knockout. Così questa sera, dei 48 concorrenti che si esibiranno, solo sedici passeranno alla fase successiva. Restano ancora due “steal” (ndr, la possibilità di prendere un concorrente non scelto del team avversario) a disposizione, per salvare due talenti dall’eliminazione: il loro destino è in mano ai coach Emis Killa e Dolcenera. Anche per questa puntata gli Special Coach hanno “allenato” i ragazzi dei quattro team: Piero Pelù per il team di Raffaella Carrà, Giorgio Moroder per il team di Dolcenera, Patty Pravo per il team di Emis Killa e Francesca Michielin per il team di Max Pezzali.

Proprio per questa ragione siamo andati ad intervistare la trentenne di Cuveglio, per farci raccontare da lei cosa si prova in un momento così delicato e bello da vivere come questo. Elisa, che è riuscita a trasformare la passione per la musica in lavoro, sin da piccola persegue con determinazione questa strada. Tra il padre chitarrista e il fratello pianista, infatti, la musica in casa non è mai mancata, e proprio da qui è partita la sua avventura tanto da riuscire a far parte di “The Voice of Italy” e del team di Raffaella Carrà. Tanti i sacrifici fatti da Elisa in questi anni che la stanno portando lontano. Ecco la sua intervista.

Da dove nasce la tua passione per la musica?

La passione per la musica nasce da quando ero piccola. Sicuramente ha influenzato molto il fatto che in famiglia si suonasse (mio padre la chitarra, mio fratello il piano e in seguito la chitarra), ma credo che la mia passione sua innata.

Quale il tuo primo ricordo, da bambina, legato alla musica?

Non è stato facile diventare una cantante, i miei genitori all’inizio non erano molto convinti perché è un po il sogno di tutte le bambine, sai quando dicono “mamma da grande voglio fare la ballerina, la cantante “… Sembrano cose irrealizzabili, così non è stato per me. Io faccio la cantante di professione con e senza “The Voice” e sono molto fiera di questo.

Nella tua prima esibizione (cliccare qui per riguardarla) hai cantato “Quando nasce un amore” di Anna Oxa. Cosa ti lega a questa canzone?

Ci sono molti ricordi legati alla canzone che ho portato alle blind “Quando nasce un amore”, ma come ho già detto la dedico alla nascita di Christian, il figlio della mia migliore amica.  

Quali emozioni hai provato ad esser stata scelta tra i concorrenti di “The Voice”? 

L’emozione su quel palco ancora a pensarci oggi è stata e sarà sempre nel mio cuore come un’immensa scarica di adrenalina. Bellissimo. La tensione, il palco, il pubblico, gli applausi e poi… una gioia ed una soddisfazione immensa.

Quanto è importante un programma come “The Voice” per provare ad emergere? Hai partecipato ad altri provini nella tua vita? 

Ho partecipato a tanti provini nella mia vita anche per talent televisivi (sempre musicali), perché credo siano un buon trampolino di lancio e ovviamente una maggiore possibilità di farsi conoscere.

Che rapporto hai con Raffaella Carrà?

Lavorare con Raffaella Carrà è un privilegio e lei ha energia da vendere. 

In che modo ti sei preparata per la “battle” di questa sera? Quale il rapporto con le sfidanti del Team Carrà?

Mi sto preparando alle battle con tanta carica e grande voglia di vincere. Si è creata una bella sinergia con le mie colleghe sfidanti, è ovvio che voglio vincere, ma il rapporto umano che si è creato è molto bello.

Cosa consiglieresti ad una ragazzina che ha i tuoi stessi obiettivi?

Ci sono sacrifici da fare e scelte non facili da prendere, bisogna scontrarsi spesso, soprattutto in privato, con chi non capisce a fondo la tua passione. Ma non bisogna mai mollare! Io ho avuto anche esperienze decisamente non positive nel campo della musica, cose di cui ora non mi va di parlare, ma se stasera salirò su quel palco ti posso garantire che è perché io non ho mai mollato.

Noi non possiamo che congedarci, almeno per il momento, facendo un grande in bocca al lupo ad Elisa!

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127