23 Ottobre 2015

Luino, il Basket Verbano ancora sconfitto in casa. I Pink Panthers vincono 66-73

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(Un articolo di Omar Valentini) – I Pink Panthers espugnano Luino: non bastano Caniato e Viganò. Seconda sconfitta consecutiva per il Basket Verbano nel torneo UISP provinciale. I ragazzi di Gianluca Tina, che hanno dovuto fare i conti con le assenze di Manfrè, Carnelli, Carpanelli e Lazzarini e con le condizioni precarie di Valentini, cedono il passo alla formazione varesina dei Pink Panthers, che ottiene al PalaMenotti i primi due punti della stagione.

La squadra del Basket Verbano - In piedi da sinistra: Gianluca Tina, Mirko Viganò, Federico Marsico, Jacopo Lattuada, Andrea Pradella, Marco Rampon.  Seduti da sinistra: Andrea Carpanelli, Omar Valentini, Marco Caniato, Luca Gatti.

La squadra del Basket Verbano – In piedi da sinistra: Gianluca Tina, Mirko Viganò, Federico Marsico, Jacopo Lattuada, Andrea Pradella, Marco Rampon. Seduti da sinistra: Andrea Carpanelli, Omar Valentini, Marco Caniato, Luca Gatti.

Luino, il Basket Verbano ancora sconfitto in casa. Il Verbano, che schiera in quintetto Caniato, Valentini, Marsico, Pradella e Lattuada, paga la solita partenza lenta: i Pink Panthers scappano infatti già dai primi minuti, con le penetrazioni di Mocchetti (8 punti nel solo primo quarto) che creano scompiglio nella difesa di casa. Solo le bombe di Gatti, Pradella e Viganò, unite a qualche accenno di zona, riescono a tenere in scia i biancoblù. Secondo quarto fotocopia della frazione precedente: è il turno di Violante, che scava il solco portando gli ospiti al vantaggio in doppia cifra. Buono l’impatto di Coach Tina, che entra per dare fiato ai compagni e sigla ben 7 punti, con la bomba del -7 con cui si chiude il primo tempo.

L’intervallo aiuta il Verbano a riflettere sui numerosi errori commessi, soprattutto in fase offensiva: il copione della partita cambia grazie al maggior sacrificio difensivo e all’aumento delle percentuali in attacco, merito di scelte finalmente ponderate. Il ritorno alla zona aiuta a compensare il divario a rimbalzo, e i contropiedi di Caniato e le iniziative di Viganò e Marsico colmano il gap sul tabellone. I Pink Panthers realizzano solo 14 punti nella terza frazione di gioco, e i padroni di casa riescono addirittura a trovarsi sopra nel punteggio: alla sirena è 58-57, e la strada sembra poter essere in discesa. Il quarto ed ultimo periodo  ripete però un canovaccio già scritto: gli ospiti tornano ad attaccare con efficacia, sfruttando i tagli puntuali di Mocchetti (miglior realizzatore con 21 punti) e Zambon, che conquista importanti extrapossessi offensivi nel momento chiave del match. Il Verbano, in seguito allo sforzo profuso per rientrare in partita, non trova più energie e torna ad eclissarsi in un gioco offensivo ancora troppo prevedibile e “individuale”, ricco di forzature che impediscono di trovare punti sicuri nei momenti più delicati. La partita termina quindi col punteggio di 66-73 in favore della compagine varesina.

Sconfitta che lascia un grosso rammarico per il Basket Verbano: l’auspicio è che le difficoltà emerse nelle prime tre partite stagionali aiutino a far maturare il collettivo, che ancora non ha trovato quell’alchimia indispensabile per avere la meglio con le squadre esperte e ben rodate che frequentano il circuito UISP.  Vedremo se quella di giovedì prossimo contro i Trigliceridi sarà l’occasione buona per tornare a gioire.

Tabellino.
Basket Verbano: Gatti 3, Valentini 2, Marsico 14, Caniato 14, Pradella 10, Viganò 16, Rampon, Lattuada, Tina 7.
Pink Panthers: Pianzola 7, Violante 21, Crugnola 3, Mocchetti 21, Giampaolo 2, Bottinelli, Bernasconi 3, Zambon 13.

Classifica: Wool VA e Motrix pt.6, Montello e Sacromonte 4, Bobbiate, Orma Malnate, Basket Verbano e Pink Panthers 2, Limax Clivio e Trigliceridi 0.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127