EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
10 Agosto 2015

Nuovo scontro tra Vaticano e Lega Nord sul tema dell’immigrazione. La Ue stanzia 557mln per l’Italia

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Torna a riaccendersi il dibattito sugli immigrati tra la Cei e la Lega Nord con gli interventi di Nunzio Galantino, segretario generale, e il leader Matteo Salvini. Proposta di Forza Italia, invece, per gli ambulanti in spiaggia: “Check point per permesso di soggiorno ed autorizzazioni per lavorare”. Intanto la Ue ha approvato 23 programmi pluriennali fino al 2020, per un totale di 2,4 miliardi di euro: 557 milioni destinati all’Italia.

(lavitadelpopolo.it)

(lavitadelpopolo.it)

Le parole del segretario della Cei, Nunzio Galantino. Oggi è intervenuto il segretario generale della Cei, Nunzio Galantino, che pur senza citare espressamente Salvini e Grillo, qualifica i leader politici che in questi giorni hanno affermato la necessità di più efficaci restrizioni all’ingresso in Italia di nuovi immigrati e profughi come “piazzisti da quattro soldi che pur di prendere voti, di raccattare voti, dicono cose straordinariamente insulse!”. “Come italiani – ha aggiunto Galantino – dovremmo un poco di più imparare a distinguere il ‘percepire’ dal reale”.

Replica il segretario del Carroccio, Matteo Salvini: “Chi difende questa invasione clandestina, che sta rovinando l’Italia, o non capisce o ci guadagna. Non si tratta di essere cattolici o no, si tratta di buonsenso. Sono felice del sostegno che arriva, a me e alla Lega, da tante donne e uomini di Chiesa senza le fette di salame sugli occhi e le tasche piene!”.

Intanto Forza Italia propone “una sorta ‘check point’ dove l’ambulante debba mostrare il titolo di soggiorno e le autorizzazioni per lavorare come tale“, ha spiegato Giorgio Silli, responsabile nazionale immigrazione di Forza Italia, che in una nota aggiunge: “A norma deve corrispondere sanzione.
Quando si è in uno Stato di diritto degno di questo nome, il rispetto delle norme deve essere verificato costantemente e non lasciato al caso, soprattutto quando i numeri non lo permettono”.

Programmi pluriennali della Ue sugli immigrati e sicurezza: all’Italia 557 milioni di euro. Nel frattempo la Ue ha approvato 23 programmi pluriennali fino al 2020 per un totale di 2,4 miliardi di euro (parte dei 7 miliardi stanziati fino al 2020 in materia di sicurezza e immigrazione) a sostegno dei Paesi membri che debbono affrontare in prima linea l’impatto delle ondate di immigrati che sbarcano sul loro territorio. All’Italia sono stati assegnati 557 milioni suddivisi in due programmi: Asylum Migration ed Integration Fund (Amif) e l’Internal Security Fund. Lo ha reso noto il commissario Ue all’Immigrazione Dimitris Avramopoulos. (AGI)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127