26 Novembre 2014

Luino, Agostinelli: “I danni causati dal maltempo al Parco a Lago ricadano sull’impresa appaltatrice dei lavori e non sui cittadini”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il consigliere Pietro Agostinelli, del Movimento Italia Nazione, ha presentato ieri sera, durante il Consiglio Comunale riunito nel “Palazzo Crivelli Serbelloni” di Luino, un’interrogazione sugli ingenti danni che il maltempo ha causato al Parco a Lago. Agostinelli ha chiesto al sindaco Andrea Pellicini e alla giunta “se non risulti doveroso e opportuno interessare i competenti Dirigenti e Funzionari comunali ed esperti in materia per fare eseguire una verifica sui notevoli danneggiamenti subiti in quell’area, al fine di accertare le responsabilità di questi, sia esaminando il materiale utilizzato, sia verificando le modalità per l’esecuzione dei lavori in questione da parte della ditta. Il consigliere Agostinelli, inoltre, ha voluto segnalare la scarsa manutenzione nella raccolta dei rifiuti nei cimiteri luinesi.

I consiglieri Vittorio Sarchi e Pietro Agostinelli, con l'avvocato Gian Piero Maccapani, Segretario Nazionale del M.I.N.

Al centro il consigliere del Movimento Italia Nazione, Pietro Agostinelli, insieme a Vittorio Sarchi ed all’avvocato Maccapani

Il maltempo ed i danni causati al Parco a Lago. Di recente costruzione, con i lavori ultimati nell’aprile 2013, il Parco a Lago ha subito, dieci giorni fa circa, gravi danni a causa dell’esondazione del Lago Maggiore, avvenuta dopo le abbondanti piogge che hanno falcidiato tutto l’alto Verbano dall’inizio del mese di novembre. Tante sono state le persone che, soprattutto su Facebook, si sono chieste per quale ragione quell’area non abbia retto all’impeto delle onde, come invece avvenuto sul più longevo lungolago “Carlo Zona” (ndr, dalla rotatoria dell’Ulivo fino alle Serenelle). Il vento e l’abbondante mole di acqua, infatti, hanno divelto buona parte del percorso pedonale in porfido, alcune panchine presenti e lastre di granito. Inoltre sono state distrutte dall’acqua la piattaforma sull’acqua, la scaletta d’accesso e la ringhiera in ferro presente.

“Il ripristino dei luoghi gravi sulle spalle dell’azienda appaltatrice, non sui cittadini”. “Il nuovo Parco a Lago, che ha sostituito il preesistente ‘parcheggio in terra battuta’, è stato realizzato con denaro pubblico. Essendo molto preoccupato – ha spiegato ieri sera il consigliere MIN, Pietro Agostinelli -, sia come amministratore, sia, soprattutto, come semplice cittadino luinese, credo che gli ingenti danni siano derivanti probabilmente dalla poca diligenza nell’esecuzione dei lavori. Non vorrei che la spesa necessaria per il ripristino dei luoghi vada a gravare nuovamente sull’intera collettività luinese, anziché sull’impresa appaltatrice dei lavori. E’ un mio dovere istituzionale di Consigliere comunale, nell’ambito dell’attività svolta, riferire quanto detto solo ed esclusivamente nell’interesse della collettività.”

Negli scorsi giorni il Comune di Luino, con il sindaco Andrea Pellicini, si è mobilitato per comprendere le dinamiche relative ai danni causati dal maltempo e dall’esondazione del Lago Maggiore al Parco a Lago.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127