16 Ottobre 2014

Milano, si è aperto “Asem” con oltre 50 Capi di Stati e di Governo. Cortei e proteste contro Putin ed il dittatore thailandese

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Si è aperto a Milano il vertice euro-asiatico Asem per la “Promozione della cooperazione finanziaria ed economica attraverso una maggiore connettività Europa-Asia”, con la partecipazione di oltre 50 capi di Stati e di governo (28 europei e 22 asiatici). In concomitanza con il vertice si svolge oggi a Milano il corteo degli studenti in preparazione della manifestazione nazionale di sabato. Alcune centinaia di ragazzi e ragazze sfilano per le strade del centro. Con loro anche i thailandesi che protestano contro il dittatore thailandese che oggi verrà accolto a Milano in occasione del vertice.

(adnkronos.com)

(adnkronos.com)

Le proteste in Galleria Vittorio Emanuele. Due attiviste del gruppo “Femen” si sono spogliate all’ingresso della Galleria Vittorio Emanuele, a pochi passi dal Duomo di Milano. Le due, prive di documenti, avevano delle scritte, sul seno nudo, contro la politica di Putin e si sono cosparse di vino rosso, a simboleggiare il sangue versato sul popolo ucraino. Hanno detto di essere cittadine francesi e di avere i documenti in albergo, dove il personale della polizia le ha accompagnate per procedere all’identificazione e all’eventuale denuncia. L’episodio è avvenuto intorno alle 8.

Il summit sull’asse Europa-Asia. Durante il summit si parlerà anche della crisi ucraina con la presenza del presidente ucraino Petro Poroshenko e il presidente russo Vladimir Putin che incontreranno il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Han Duck-soo, presidente dell’Associazione per il Commercio Internazionale della Corea del Sud, durante l’Asia Europe Business Forum, ha dichiarato che in Asia “molti guardano” all’Unione Europea, che è “un importante esperimento economico. La vostra resilienza nel superare le difficoltà ha significative implicazioni per l’Asia. Il vostro successo è molto importante per noi”.

Prima del vertice si è svolto al Politecnico della Bovisa il China-Italy Forum con il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il primo ministro cinese Li Keqiang. I due si erano già incontrati nei giorni scorsi a Roma dove hanno firmato una ventina di accordi commerciali per un valore di 8 miliardi di euro. Il Politecnico di Milano è coinvolto nella realizzazione del Piano Greater Xi’an che prevede investimenti per 100 miliardi di dollari. (ADNKRONOS)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127