21 Giugno 2014

Ministero del Lavoro, dal primo di maggio 90 mila iscritti al progetto “Garanzia Giovani”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A sette settimane dall’avvio di Garanzia Giovani sono 89.809 i giovani che si sono registrati. Lo rende noto il ministero del Lavoro in un comunicato. Al 19 giugno 2014, infatti, si sono registrati a Garanzia Giovani 89.809 giovani: 56.234 lo hanno fatto attraverso il sito nazionale garanziagiovani.gov.it e 33.575 attraverso i portali regionali. Le imprese che finora si sono registrate sul sito nazionale sono 87 e con le loro offerte mettono a disposizione un totale di 579 posti di lavoro.

(nicolazingaretti.it)

(nicolazingaretti.it)

I dati a livello geografico. A questi dati, precisa il ministero, si debbono aggiungere le opportunità che si stanno sviluppando grazie alla collaborazione delle associazioni imprenditoriali che hanno siglato protocolli di intesa con il ministero del Lavoro e quelli relative al coinvolgimento delle aziende in progetti definiti a livello regionale. La provenienza geografica (residenza) dei giovani mostra che la maggior parte di loro risiede in Campania con 17.266 unità, pari al 19% del totale, in Sicilia con il 16% (14.537 unità) e nel Lazio con l’8% (7.185 unità). Riguardo al genere dei giovani che si sono registrati, si nota come il 53% delle registrazioni (47.792 unità) ha interessato uomini mentre quelle che hanno riguardato le donne sono state 42.017, pari al 47%.

I dati a livello anagrafico. In termini di età dei giovani, il 49% delle registrazioni, pari a 44.169 (25.149 uomini e 19.020 donne) ha interessato i giovani di età compresa tra i 19 e i 24 anni, mentre sono state 41.640, pari al 46%, quelle che hanno interessato giovani dai 25 ai 29 anni (20.157 uomini e 21.483 donne) e 4.000, pari al 5%, i giovani dai 15 ai 18 anni (2.486 uomini e 1.514 donne).

I dati secondo il titolo di studio. In termini di titolo di studio, i giovani registrati sono così suddivisi: il 20% ha conseguito una laurea, il 55% risulta essere diplomato, infine il rimanente 25% risulta avere un titolo di studio di terza media o inferiore. Sia la maggior parte dei laureati che la maggior parte dei diplomati provengono dalla Regione Campania.

Il numero più elevato di iscritti è in Campania. Indagando ulteriormente sulle adesioni, si nota come la scelta sia ricaduta per la maggior parte nelle seguenti tre Regioni: Campania con il 15% del totale, pari a 17.293 adesioni, seguita da Sicilia con il 12% del totale, pari a 14.566 adesioni e Lazio con il 10% del totale, pari a 11.381 di adesioni: queste tre regioni insieme assorbono circa il 37% delle adesioni.

(adnkronos.com)

Per approfondire: – Italia, “Garanzia Giovani”: oltre 1,5 mld di euro per disoccupati e Neet under 30

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127