18 Giugno 2014

Nel carcere di Modica (Rg), arrestati due agenti che hanno abusato sessualmente di due giovani detenuti

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Due assistenti capo di polizia penitenziaria del carcere di Modica, in provincia di Ragusa, si sono macchiati del reato di abuso sessuale su due giovani detenuti di nazionalità straniera. Il comando provinciale dei carabinieri di Ragusa li ha così arrestati.

Foto di repertorio (huffingtonpost.it)

Foto di repertorio (huffingtonpost.it)

L’accusa per aver abusato due due giovani detenuti immigrati. Due assistenti capo di polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Modica (Ragusa) sono stati arrestati all’alba dai carabinieri del comando provinciale di Ragusa, su ordine della Procura, perché accusati di aver abusato sessualmente di alcuni giovani detenuti di nazionalità straniera.

La storia. Tra il maggio 2012 e il marzo 2014 le vittime, secondo quanto emerso dalle indagini, sono state costrette a subire pratiche erotiche umilianti di varia natura, dietro la minacce che in caso di rifiuto al malcapitato sarebbe stata nascosta droga nei vestiti o in cella, per poi accusarlo di esserne il possessore. In altri casi venivano offerti ai reclusi piccoli compensi di vario genere, come dosi di hashish e sigarette.

I reati contestati ai due sottufficali della polizia penitenziaria, che sono stati posti agli arresti domiciliari, sono di concussione e violenza sessuale continuata e aggravata e di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini dei carabinieri sono state avviate dopo una denuncia dell’amministrazione penitenziaria di Ragusa. .

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127