7 Giugno 2014

Usa, i dati sull’occupazione tornano ai livelli pre-recessione

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

A maggio l’economia Usa ha creato 217 mila nuovi addetti, contro un’attesa crescita di 218 mila addetti. Ad aprile i nuovi addetti sono stati 282 mila, 6 mila in meno di quanto inizialmente stimato, mentre a marzo gli occupati sono cresciuti di 203 mila unità, come previsto.

(vosizneias.com)

(vosizneias.com)

Il tasso di disoccupazione calcolato su una diversa base statistica è rimasto fermo al 6,3% a maggio, contro un atteso rialzo al 6,4%. Nel settore privato i posti di lavoro in più sono stati 216 mila e 198 mila nei servizi alla produzione, mentre sono diminuiti di 5 mila unità nell’informazione. Le ore lavorate sono rimaste ferme a 34,5 la settimana e la paga oraria è salita da 22,33 a 24,38 dollari. Gli straordinari sono rimasti fermi a 3,5 ore la settimana.

Gli oltre 200 mila posti di lavoro in più registrati dall’economia Usa a maggio rappresentano un segnale positivo e consentono all’occupazione americana di tornare ai livelli precedenti alla recessione, recuperando gli 8,7 milioni di posti persi nel corso della crisi. Wall Street apre positiva sulla scia dei dati sull’occupazione Usa e dopo il pacchetto anti-deflazione approvato ieri dalla Bce. Il Dow Jones sale dello 0,14% a 16.859,16 punti, lo S&P guadagna lo 0,15% a 1.943,43 punti e il Nasdaq avanza dello 0,39% a 4.313,10 punti.

(agi.it)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127