EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
11 Aprile 2014

Abete (Figc): “Euro 2020 a Roma, mentre Champions nel 2016 a Milano”

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

“Al di là che Milano deve fare alcuni lavori, l’auspicio è che possa avere la finale di Champions nel 2016, e se venisse scelta per quell’evento vorrebbe dire che ha le condizioni per fare una finale di Champions”.

Lo stadio "Olimpico" di Roma (tuttisfondi.com)

Lo stadio “Olimpico” di Roma (tuttisfondi.com)

Lo ha spiegato il presidente della Figc, Giancarlo Abete, giustificando la scelta di candidare Roma e non il capoluogo lombardo come una delle città che ospiteranno l’Europeo 2020. Così facendo, Abete in parte puntualizza quanto riferito dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, che a margine della Giunta di martedì aveva annunciato la candidatura della capitale in quanto “c’erano problemi per Milano perchè lo stadio Olimpico è l’unico impianto ad avere i requisiti richiesti dalla Uefa per questo genere di competizioni internazionali”.

Secondo il numero uno di via Allegri, invece, è solo per il fatto che Milano debba concentrarsi sulla candidatura della finale di Champions del 2016 “che mal si collegava – ha spiegato a margine del Consiglio federale odierno – al fatto che il 19 settembre si dovesse procedere ad un’altra assegnazione di Euro 2020”. “Già il 28 febbraio – aggiunge Abete – dovevamo indicare uno stadio e prima di quella data avevamo comunicato già all’amministrazione di Milano che proprio per concentrarsi sulla Champions 2016 era opportuno evitare una candidatura a Euro 2020”.

La scelta di puntare su Roma è arrivata “non solo perchè sarà l’Europeo “delle capitali”, ma anche perchè Roma è stata una culla del Trattato Europeo e ha una valenza storica. Il prossimo passaggio sarà quello del 25 aprile con la presentazione del dossier.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127