1 Aprile 2014

Attenzione alla “Whatsappite”, un’infiammazione ai polsi causata dall’eccesso di messaggi

Tempo medio di lettura: 1 minuto

L’allarme viene nientemeno che dalla rivista Lancet, in cui è descritto il caso di una donna che è stata visitata al pronto soccorso dell’ospedale di Granada dopo aver usato la chat per sei ore.

(tech2notify.in)

(tech2notify.in)

La donna di 32 anni, incinta al sesto mese, si è presentata all’ospedale il giorno di Natale, dopo aver passato buona parte della giornata a rispondere ai messaggi di auguri utilizzando Whatsapp su un telefono da 120 grammi. “La diagnosi per il dolore bilaterale ai polsi è stata di Whatsappite – scrive Ines Fernandez Guerrero, che ha descritto il caso – il trattamento è consistito in farmaci antinfiammatori e astinenza totale dai messaggini, con un miglioramento solo parziale anche per il fatto che la paziente non ha seguito la prescrizione e ha scambiato di nuovo messaggi il 31 dicembre”.

Negli anni ’90, sottolinea l’articolo, ci fu un caso di “Nintendinite” dovuto all’uso eccessivo di una consolle della casa giapponese, che consisteva in un’infiammazione dei pollici, e in seguito altri incidenti simili sono stati documentati sia nei bambini che negli adulti.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127