2 Maggio 2013

La parte degli Angeli

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Storia di un riscatto quella di Robbie, ventenne che ha per migliore amica la violenza e che sta per diventare padre. 

The Angels' ShareCondannato a trecento ore di lavori socialmente utili per aver massacrato di botte un giovane innocente, è ricercato dai nemici di suo padre, nonché dai suoi e forse da quelli che saranno anche i nemici di suo figlio. Regole della strada, in questo caso, di quella di Glasgow. Una Glasgow che il padre della sua ragazza Leonie (Siobahn Reilly), un brutto individuo che si è arricchito aprendo club, vorrebbe tanto che lui lasciasse per concedere, a suo dire, una vita migliore al piccolo in arrivo. E a Robbie non è data possibilità di difendersi, almeno, non con le armi che è sempre stato abituato ad utilizzare. Ken Loach, torna a raccontare sul grande schermo con La parte degli angeli, insieme al suo fidato sceneggiatore Paul Laverty, una “storia degli ultimi”, i definitivamente perduti, i rovinati, coloro che questa nostra società accoglie con fatica e a cui non è facilmente data possibilità di salvezza. Difficile offrire un degno posto di lavoro ad un bullo con la faccia e il cuore segnati dalle cicatrici. Altrettanto difficile pensare che possa essere un buon padre e che possa ricominciare proprio dall’arrivo di una nuova vita. Loach, che tanto ama raccontare chi spera in una possibilità troppe volte non data, si affida alla commedia quasi corale, perché Robbie è un ultimo in mezzo ad altri ultimi, persi ma veri. “Abbiamo pensato, conoscendo le persone della strada e le storie che essi raccontavano, che ci fosse un aspetto divertente e vitale in esse. Non volevamo vittime da compatire, ma raccontare l’energia e l’umorismo che si nasconde in questi ragazzi”, queste le parole del regista in occasione del Festival del Film di Torino. Ma il giovane Robbie ha un dono, un raffinato olfatto accompagnato da una sensibilità gustativa che scoprirà grazie a Harry (John Henshaw), il responsabile del suo gruppo di lavoro socialmente utile che gli darà la tanto desiderata occasione che sfrutterà per sé e per gli altri. Harry, trasmetterà a Robbie la grande passione per il whisky, offrendogli un bicchiere per le occasioni speciali, come quella della nascita del suo bambino, facendogli leggere libri e portandolo a visitare una rinomata distilleria insieme ai problematici ma simpatici amici. Film sulla condizione umana degli emarginati, La parte degli angeli, riesce a trasmettere, alternando momenti di sofferenza a gag divertenti, la difficoltà di chi internamente si redime e non riesce a trovare spazio nel mondo, nel suo piccolo mondo. Un buon amico e il whisky diventeranno furbescamente però per Robbie, per la sua famiglia e anche per i suoi amici, finalmente occasione di riscatto. Con l’espediente del rinomato alcolico, il regista britannico, riconosciuto come già detto per la sua sensibilità nel raccontare il sociale, ci regala una commedia ben riuscita nell’intento riflessivo. Escludendo, inoltre, alcuni momenti in cui la risata esplode naturalmente, la parte centrale della narrazione però, può risultare poco stimolante e suscitare un certo calo di attenzione e curiosità. Robbie e i suoi compagni, viaggiano verso la distilleria che ospita il whisky dei desideri, il whisky della rivalsa ma l’esperienza perde vigore espressivo, vigore che il film riacquisterà nella parte finale. Buonissima performance attoriale di Paul Brannigam, adatto nel ruolo di Robbie e degna di nota quella di uno degli strampalati amici, Albert, interpretato da Gary Maitland che tra una stranezza e l’altra risulta teneramente simpatico allo spettatore. Ken Loach, infine, vuole forse dirci quanto sia impossibile riuscire nel riscatto umano e sociale senza ricorrere comunque a qualche trucchetto poco legale e morale.

Un film di Ken Loach. Con Paul Brannigan, John Henshaw, Roger Allam, Gary Maitland, Jasmine Riggins. (Titolo originale The Angels’ Share) Commedia, durata 106 min. – Gran Bretagna, Francia, Belgio, Italia 2012. – Bim uscito giovedì 13 dicembre 2012.

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127