29 dicembre 2017

Compie oggi 55 anni Cristiano De André. una vita tra musica, arte e follia

(biografieonline.it) Cristiano De André nasce il 29 dicembre 1962 a Genova, figlio di Enrica Puny Rignon e del famoso cantautore Fabrizio De André. Frequenta le scuole elementari in un istituto religioso privato; cresciuto a contatto con esponenti dello spettacolo italiano (Paolo Villaggio, Gino Paoli, Bruno Lauzi), da adolescente studia violino e chitarra al Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova, cominciando a collaborare alla realizzazione di musiche per spettacoli teatrali. All’inizio degli anni Ottanta fonda i Tempi Duri, gruppo di cui fanno parte i musicisti veronesi Marco Bisotto, Carlo Pimazzoni e Carlo Facchini.

La band produce anche un album, intitolato “Chiamali Tempi Duri”, e si esibisce come supporter di Fabrizio De André fino al 1985, anno in cui si scioglie. Proprio nel 1985 Cristiano De André sale sul palco del Festival di Sanremo, concorrendo nella sezione Giovani con il brano “Bella più di me” (le cui parole sono scritte da Roberto Ferri): arriva quarto, ma si aggiudica il Premio della Critica.

Nel 1987 pubblica “Cristiano De André“, il suo primo album da solista, realizzato in collaborazione con il cantautore Massimo Bubola, mentre tre anni più tardi incide il disco “L’albero della cuccagna”, che vede la partecipazione – oltre che di Bubola – di Ares Tavolazzi, Ellade Bandini, Vince Tempera e Mauro Pagani. Sempre nel 1990 Cristiano diventa padre di Francesca, la sua prima figlia.

Al 1992 risale il terzo album di De André, intitolato “Canzoni con il naso lungo“, che si avvale della collaborazione di Eugenio Finardi. Un anno dopo, il cantante genovese ritorna al Festival di Sanremo con la canzone “Dietro la porta”, che gli permette di vincere il Premio Volare e il Premio della Critica e di classificarsi in seconda posizione assoluta nella categoria Campioni. Dopo questo successo, viene ristampato il disco “Canzoni con il naso lungo”, che cambia titolo (diventa “Cristiano De André” e accoglie il brano sanremese).

 

Nel 1995 De André pubblica il disco “Sul confine”, realizzato con la collaborazione di Manuela Gubinelli, Daniele Fossati, Carlo Facchini, Stefano Melone, Eugenio Finardi, Oliviero Malaspina e Massimo Bubola (oltre al padre Fabrizio, per la canzone “Cose che dimentico”); in seguito, inizia ad accompagnare il padre in concerto, suonando il violino e la chitarra sia nel tour “Anime salve”, del 1997, che nel tour “Mi innamoravo di tutto”, del 1998 (Fabrizio morirà di tumore pochi mesi dopo, nel gennaio del 1999).

Nel 2001 pubblica “Scaramante”, album che viene accolto positivamente dalla critica (vince il Premio Lunezia come miglior album) e dal pubblico e che precede il tour omonimo. Cristiano si ripresenta al Festival di Sanremo del 2003 con il brano “Un giorno nuovo”, caratterizzato da evidenti echi etnici, cui segue l’omonimo album live.

Dopo alcuni anni lontano dalle scene, passati ad occuparsi della Fondazione Fabrizio De André e del suo patrimonio artistico (ma non solo: nel 2004 il cantante viene condannato per lesioni, dopo aver picchiato la sua compagna: grazie al patteggiamento, la pena viene tramutata nel pagamento di soldi), viene arrestato nell’estate del 2006 a Santa Margherita, in Liguria, dopo avere picchiato – ubriaco – due carabinieri: l’accusa è di violenza, resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Ricompare in televisione nel gennaio del 2009, in occasione di una puntata speciale della trasmissione di Raitre “Che tempo che fa” dedicata a Fabrizio De André. Pochi mesi dopo intraprende il tour “De André canta De André“, in cui reinterpreta le canzoni del padre, realizzato grazie all’incontro con Bruno Sconocchia e Michele Torpedine. Nel 2011 sua figlia Francesca prende parte all’”Isola dei Famosi”, reality show in onda su Raidue: una partecipazione che suscita molte polemiche in famiglia.

Nel 2012 Cristiano registra con altri artisti “Per Gaber… io ci sono”, tributo a Giorgio Gaber in cui canta “Buttare lì qualcosa”; nel 2013, a gennaio, viene ricoverato al Policlinico di Milano dopo essere stato trovato in stato di alterazione dalla polizia, allertata dai vicini di casa del cantante spaventati dalle urla provenienti dalla sua abitazione. Superato il momento difficile, nei mesi successivi pubblica “Come in cielo così in guerra”, il suo nuovo album realizzato con Corrado Rustici, cui si accompagna il “Come in cielo così in guerra Tour”. Il 18 dicembre 2013 viene reso noto che Cristiano De André sarà tra i concorrenti della 64esima edizione del Festival di Sanremo, in programma dal 18 al 22 febbraio 2014, dove si esibirà nei brani “Il cielo è vuoto” e “Invisibili”.

Argomenti:

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"