27 dicembre 2017

Il 27 dicembre 1904 debuttava per la prima volta a teatro “Peter Pan”

(biografieonline.it) Peter Pan è un ragazzo che ha fatto sognare milioni di bambini, che oggi festeggia il 113esimo anniversario dal primo debutto ufficiale, Duke of York’s Theatre di Londra.

Il 27 dicembre 1904 debuttava per la prima volta a teatro “Peter Pan”. Nel 1902 appariva per la prima volta la figura di Peter Pan nel romanzo The Little White Bird (L’uccellino bianco) dello scrittore scozzese James Matthew Barrie (1860-1937). In seguito, visto il largo successo ottenuto con Peter Pan and Wendy (Peter Pan e Wendy) nel 1904, gli editori di Barrie stralciarono dei capitoli dell’opera e la ripubblicarono nel 1906 con il titolo Peter Pan in Kensington Gardens (Peter Pan nei giardini di Kensington).

Ma l’evento che determinò il successo di Peter Pan fu la rappresentazione teatrale del 27 dicembre 1904 al Duke of York’s Theatre di Londra, in cui il personaggio debuttò nell’avventura Peter Pan, or The Boy Who Wouldn’t Grow Up (Peter Pan, o il ragazzo che non voleva crescere). In seguito, Barrie trasformò la storia facendola diventare un romanzo, che uscì nel 1911, prima con il titolo Peter and Wendy (Peter e Wendy), poi Peter Pan and Wendy (Peter Pan e Wendy) e infine solo Peter Pan.

Ad ispirare il personaggio sembra sia stata l’amicizia dello scrittore con i cinque figli della vedova Llewellyn-Davies. Barrie era solito intrattenersi nei Giardini di Kensington a Londra con i bambini della donna, uno dei quali si chiamava proprio Peter. Questa amicizia fu spesso causa di voci maligne e di accuse di pederastia, ma i fatti provarono sempre il contrario, perfino i figli della vedova difesero sempre il loro tutore. Tanto è vero che alla morte della madre, Barrie assunse la custodia dei ragazzi insieme ai loro familiari. Barrie lasciò in eredità i diritti d’autore dell’opera all’Ospedale Pediatrico Great Ormond Street Hospital.

La storia di Peter Pan. Peter Pan è un bambino mai nato, che, dopo aver vagato per gran parte della sua eterna giovinezza nei giardini di Kensington a Londra, si rifugia nell’Isola che non c’è, mettendosi a capo della banda dei Bimbi Sperduti, con il preciso scopo di rifiutarsi di crescere. Barrie non descrive i dettagli del personaggio, lascia tutto alla fantasia del lettore. Sappiamo soltanto che ha ancora i denti da latte e un sorriso felice sempre stampato in faccia. E’ capace di volare e suonare il flauto. Per questo motivo, vi può essere una vaga connessione con l’idea del dio greco Pan. Nella rappresentazione teatrale del 1904 il vestito di Peter era fatto con foglie autunnali e ragnatele. In genere, a teatro erano le donne ad impersonare Peter, perché era difficile trovare attori così giovani. In questo modo, non era possibile creare delle somiglianze, e si doveva puntare sull’immaginazione del pubblico e la creatività degli artisti.

Argomenti:

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"