EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 16 Luglio 2020

FAI, la provincia di Varese sempre protagonista del concorso “I Luoghi del Cuore”

Tre visite guidate al Castello di Belforte, alla Stazione della Tramvia di Ghirla e alla Funicolare del Campo dei Fiori per scoprire i beni del nostro territorio

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il FAI (Fondo Ambiente Italiano), in collaborazione con Intesa Sanpaolo, ha avviato la decima edizione de “I Luoghi del Cuore”, un progetto che ha come obiettivo la valorizzazione dei luoghi d’Italia più amati, tra cui anche il borgo di Monteviasco. Questa iniziativa vuole dare la possibilità a tutti di votare i luoghi del nostro territorio a cui si è più affezionati per incentivarne la cura e la tutela.

La Delegazione di Varese ha deciso di prendere parte attiva nel sostegno di alcuni Beni fortemente legati alla storia del nostro Territorio, organizzando degli appuntamenti per diffondere la conoscenza di tre luoghi molto amati da Varesini e Varesotti: il Castello di Belforte, la Stazione liberty dei tram di Ghirla e la Stazione di monte della funicolare per il Campo dei Fiori.

I volontari FAI hanno organizzato delle visite alla scoperta di questi tre luoghi, spesso sottovalutati o dati per scontato, che celano in realtà storie importanti e spesso dimenticate.

La prenotazione per le visite, da fare online a questo link entro il 17 luglio, è obbligatoria in tutte le date, in quanto gli incontri, che si svolgeranno in esterno, saranno aperti a un pubblico di massimo 20 persone, in modo da rispettare le direttive sanitarie e il distanziamento sociale. Per ogni visita culturale è richiesto un contributo di 3 euro per i soci FAI, e di 5 euro per coloro che non sono soci. Alla fine di ogni incontro sarà possibile votare i beni visitati mediante firma su modulo cartaceo oppure online alle pagine dedicate al Castello di Belforte, la Stazione della Tramvia di Ghirla e la Funicolare del Campo dei Fiori.

Sabato 18 luglio, alle ore 10.30, è in programma la visita al Castello di Belforte, a Varese, dove Marco Tamborini racconterà la storia di questo edificio fortificato, che fu luogo di sosta dell’imperatore Federico Barbarossa durante le sue discese in Lombardia. Questa grande struttura, persa la funzione militare, diventò una fattoria agricola e, in seguito, i marchesi Biumi tentarono di convertirlo in nobile abitazione, ma senza completare la costruzione. Abbandonato negli anni Sessanta-Settanta del Novecento ha oggi un aspetto piuttosto degradato che nasconde la sua reale e nascosta bellezza.

Sempre sabato 18 luglio, alle ore 18.00, la Stazione della Tramvia di Ghirla verrà presentata da Luciano Del Grossi. L’edificio in muratura e pietra locale e le pensiline in ferro battuto e ghisa arricchite con decorazioni e disegni floreali, furono progettati dal grande architetto Giuseppe Sommaruga nel 1914. Oggi la stazione è adibita solo a biglietteria per gli autobus delle Linee Varesine che hanno sostituito la vecchia tramvia. L’edificio ha necessità di essere restaurato, così come le pensiline in ferro che sono state attaccate dalla ruggine.

Sabato 25 luglio, alle ore 17.30 e alle ore 18.00, sono in programma le visite alla Funicolare del Campo dei Fiori, costruita su progetto dell’Architetto Giuseppe Sommaruga. Essa si sviluppava lungo un percorso di 900m che consentiva in 11 minuti di raggiungere la vetta del Monte Tre Croci. Fu per anni la più alta funicolare d’Italia. L’uso della pietra locale e le bellissime decorazioni in cemento plastico fanno di questa funicolare un gioiello da preservare e difendere dall’usura implacabile del tempo.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127